Al via la fase provinciale dei Giochi della Gioventù 2010

2' di lettura 05/05/2010 - Stop alle classifiche, e nessuno escluso ai giochi della gioventù. Questo lo spirito con cui i ragazzi parteciperanno alla fase provinciale dei Giochi della Gioventù 2010.

Saranno tutti protagonisti nelle giornate conclusive dell’8 maggio allo stadio Livio Luzi di Camerino e del 15 maggio allo stadio Helvia Recina di Macerata, avvolti in un clima più di festa, che da finale. Il Comitato Provinciale del CONI quest’anno ha voluto coinvolgere proprio tutti, a differenza delle altre edizioni, dove venivano stilate classifiche tra le classi. Solo valutazioni proposte sul singolo e zero spirito di competizione. Queste le regole basilari di quest’edizione dei giochi della gioventù, in cui tutti i ragazzi parteciperanno a tre tipologie di prove sportive: un percorso ginnico coordinativo, tre prove di atletica leggera (salto in lungo battuta libera, corsa metri 50, lancio del vortex), e due giochi di squadra, gara di tiro a canestro e palla base.

Quest’ultimo è una novità assoluta, un gioco sperimentale che pone l’accento sulla buona condotta e sul fairplay. Inoltre, i ragazzi dovranno autoarbitrarsi secondo il principio di responsabilità individuale. “L’obiettivo, dunque, per gli insegnanti e per gli alunni e le alunne è offrire l’opportunità di un nuovo percorso formativo che ampli ed integri le attività sportive coinvolgendo tutti anche e soprattutto i meno attivi secondo il principio del “nessuno escluso” – ha sottolineato il presidente del CONI di Macerata Giuseppe Illuminati – L’iniziativa vanta della collaborazione tra CONI, MIUR, la Provincia e il Comune di Macerata.

Una grande forza coordinatrice di cui va fiero anche l’assessore comunale Alferio Canesin: “Questa unione ci aiuta a far crescere il mondo dello sport, che negli ultimi anni è appannaggio di pochi, ma che i giovani non dovrebbero mai abbandonare”. La manifestazione, che inizierà sabato 8 maggio a partire dalle ore 9, si arricchisce anche di attività cosiddette collaterali, dove la partecipazione avviene in forma collettiva. Avremo così diversi concorsi, come “crea la mascotte”, “intervista doppia” (due persone che dovranno contemporaneamente rispondere alle stesse domande con tema generale lo sport), “gira lo spot” e “fotofumetto”.








Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2010 alle 19:01 sul giornale del 06 maggio 2010 - 440 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, macerata, coni, camerino, giorgia giannetti, giochi della gioventù