Festa dell'Europa, un mix di sapori e odori tipici

Festa dell'Europa 2' di lettura 10/05/2010 - Quante volte sogniamo di chiudere gli occhi, riaprirli e trovarci da tutt'altra parte, magari dell'Europa. Non è esattamente così, ma in questi giorni a Macerata di può passare dall'Italia, alla Spagna, all'Inghilterra, alla Danimarca attraverso un mix di sapori e odori tipici. Un assaggio del vecchio continente grazie agli aperitivi serviti nei bar, e nei ristoranti dentro e fuori dal centro storico.


Si festeggia così per il quarto anno consecutivo la Festa dell'Europa, in programma il 7, 8, e 9 maggio, ed organizzata dal Comune in collaborazione con le associazioni Strade d'Europa e Licenze Poetiche

Realizzata con il contributo dell’Unione Europea al progetto del Comune di Macerata “Caffè d’Europa”, quest’anno tutti i paesi europei mettono le bandiere una di fianco all’altra per parlare di temi quali la povertà e l’esclusione sociale. E sui dati in crescita della povertà si è soffermata Roberta Pallonari, dirigente dei servizi europei del comune di Macerata, intervenuta ieri all’inaugurazione della prima giornata dell’Europa. “84 milioni, ovvero circa il 17% degli abitanti europei sono a rischio povertà, un dato ampio e diffuso. Obiettivo dell’iniziativa è sensibilizzare il cittadino su questi temi”. Inoltre, la Pallonari ha ringraziato le tante associazioni di volontariato che hanno contribuito alla realizzazione della festa.

Tanti i giovani in giro per le vie di Macerata, pieni bar e ristoranti, seppur con qualche problema di disorganizzazione. Nonostante la festa stia diventando un’habituèe, gli esercizi commerciali d’altro canto, non sembrano tanto abituati a rompere la routine, ed aprirsi all’Europa. Menu e prezzi diversi da un posto all’altro, piatti poveri e ricchi di pietanze, ma tutto sommato si respirava, nonostante l’aria non troppo primaverile, un clima piacevolmente multietnico.

Tante, inoltre, le iniziative collaterali, come “Porte Aperte”. Le associazioni maceratesi che lavorano con gli immigrati aprono le porte a coloro che vogliono sapere un po’ di più sulle loro attività.

A disposizione di chi volesse saperne un po’ di più sull’Europa c’è in piazza della libertà uno Youth corner, con la possibilità di partecipare al quiz “sono cittadino europeo”, per ottenere la patente di cittadino europeo e vincere favolosi premi.








Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2010 alle 01:26 sul giornale del 10 maggio 2010 - 574 letture

In questo articolo si parla di attualità, giorgia giannetti, festa dell'europa





logoEV