Castelraimondo: nota del sindaco sul film 'L'uomo del Grano'

cinema 3' di lettura 29/05/2010 -

l 4 maggio scorso, la rivista indipendente di cinema www.taxidrivers.it, ha pubblicato, a firma di Luca Biscontini, la recensione del film “L’Uomo del Grano”, dedicato alla vita e alle preziose scoperte, in materia di granicoltura, del genetista Nazareno Strampelli, illustre concittadino di Castelraimondo.



L’Amministrazione Comunale di Castelraimondo ha più volte ribadito di aver creduto sin dall’inizio e di credere fortemente in questa produzione cinematografica, sia come veicolo promozionale ma anche e soprattutto come doverosa celebrazione di un personaggio che ha contribuito in maniera decisiva a fornire i mezzi necessari per affrontare la piaga della fame nel mondo. A conferma che il pensiero e le scelte dell’Amministrazione Comunale di Castelraimondo non siano stati, come da qualcuno ancora sostenuto, inopportuni, inutilmente dispendiosi e non condivisibili, si riporta integralmente il contenuto della recensione del film, sperando che ciò possa finalmente invitare ad una visione dell’opera più ampia e, soprattutto, scevra da condizionamenti di carattere politico, francamente inopportuni in relazione alla grandezza di Nazareno Strampelli.

Ecco il contenuto integrale della recensione: “Nazareno Strampelli è stato un grande scienziato italiano che, grazie alle scoperte realizzate nel campo della genetica e poi applicate alle tecniche agrarie, riuscì ad aumentare esponenzialmente la capacità produttiva dei terreni coltivati a grano. Vissuto tra il 1866 (a ridosso dell’unificazione italiana) e il 1942, dividendosi tra Macerata e Rieti, Strampelli è stato completamente dimenticato dal nostro paese. Noto in tutto il mondo per le sue ricerche, e candidato al nobel per i grandi meriti, “l’uomo del grano” ha dovuto attendere la realizzazione di un coraggioso film a lui dedicato, per sottrarsi dalla dimenticanza di un imperdonabile oblio. Un uomo che, grazie al suo impegno, ha saputo infliggere un duro colpo alla fame nel mondo. Diretto da Giancarlo Baudena, L’uomo del grano è un lungometraggio indipendente, prodotto con risorse finanziarie ridotte, eppure ambizioso nel cercare di restituire il contesto storico all’interno del quale mosse i suoi passi l’ambizioso scienziato. Coraggioso davvero appare il tentativo di cimentarsi con un genere cinematografico storico-biografico, perché il pericolo di essere obliterato come maldestro tentativo di emulare produzioni più fastose è il primo rischio che corre un film siffatto. Ma sarebbe troppo facile emanare sentenze irrevocabili; piuttosto è più appropriato apprezzare lo sforzo di un lavoro collettivo che ha coinvolto, con grande passione, un enorme cast tecnico e artistico e, soprattutto, lodare il raggiungimento dell’obiettivo più importante: la diffusione dell’opera e del valore di Nazareno Strampelli.

Certo, forse il cinema indipendente, proprio per la scarsità delle risorse a disposizione, potrebbe intraprendere itinerari diversi, ma non possiamo non valutare positivamente l’abnegazione e la serietà di un gruppo che ha creduto fortemente in un progetto, realizzando, tra l’altro, il fine che si era preposto: oggi sappiamo chi è “l’uomo del grano” e, in un paese che dimentica con estrema facilità i suoi uomini migliori, non è poco. Luca Biscontini” Con l’occasione l’Amministrazione Comunale intende sottolineare, riguardo all’articolo apparso in alcune recenti edizioni delle testate locali, nel quale si associava, nel titolo, il Comune di Castelraimondo a tempi bui per i bilanci degli enti locali, l’incoerenza del titolo rispetto al contenuto dell’articolo, esclusivamente incentrato sulla critica aprioristica della scelta compiuta da questa Amministrazione di sostenere la produzione del film “L’Uomo del Grano”. Ma è doveroso comunque puntualizzare come le finanze del Comune di Castelraimondo siano, nonostante questa fase di perdurante crisi economica di carattere mondiale, molto più rassicuranti rispetto a quelle di altre realtà inserite nello stesso contesto territoriale. I cittadini di Castelraimondo possono e devono, perciò, sentirsi assolutamente tranquilli, perché l’Amministrazione Comunale alla quale hanno dato e rinnovato più volte la fiducia, continuerà ad operare, come sempre accaduto finora, per garantire serenità e sviluppo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2010 alle 16:11 sul giornale del 31 maggio 2010 - 484 letture

In questo articolo si parla di cinema, attualità, castelraimondo, comune di castelraimondo, film, luigi bonifazi





logoEV