La città in festa per il triduo della Beata Camilla Battista Varano

7' di lettura 29/05/2010 -

Tre giorni di festa per la Beata Camilla Battista Varano.



Tutto questo ci conduce alle prossime celebrazioni che si svolgeranno in vista della festa della Beata Camilla Battista il 2 giugno p.v. Quest’anno, ovviamente, il tutto si rivestirà di particolare solennità, offrendo un ricco programma di approfondimento spirituale e culturale in chiave “musicale”, nel tentativo di abbracciare questa dimensione dell’arte tanto cara a Camilla Battista e di modulare attraverso di essa il messaggio che a tutt’oggi emerge con disarmante attualità dagli scritti della santa.


Sono stati invitati a presiedere le celebrazioni “relatori” d’eccellenza che aiutassero il popolo di Dio a guardare con una nuova prospettiva sr. Battista. Per questo ad aprire il triduo sarà Mons. Franco Croci, Vescovo Ponente, cioè colui che durante l’iter del Processo di Canonizzazione ha avuto il mandato di presentare la figura della beata alle commissioni di teologi, storici e cardinali. Mentre nel pomeriggio al maestro Tecardi accompagnato dal “Coro Malagotti di Fiastra” è affidato il compito di introdurci nel magnifico mondo delle Laudi quattrocentesche, laudi che la beata stessa cantava e pregava così intensamente, tanto da andare in estasi. Il 31 maggio sarà inaugurata la nuova piazza (adiacente alla chiesa) dedicata alla santa e realizzata ad opera dell’Amministrazione Comunale di Camerino che ha così voluto restituire splendore e bellezza a questo angolo della città e sarà ricollocata la statua della santa, restaurata. A seguire la celebrazione presieduta da Mons. Brugnaro. Mentre sarà Mons. Giuliodori, Vescovo di Macerata, a chiudere il triduo offrendo una riflessione che metterà in parallelo Matteo Ricci e Camilla Battista, come due espressioni della feconda santità marchigiana. La serata è affidata alle note della Corale del Duomo che si esibirà nella nostra Chiesa. Infine la solenne festa della santa che vedrà la celebrazione eucaristica presieduta da Mons. Conti, Vescovo di Metropolita e Presidente della Conferenza Episcopale Marchigiana, nonché pastore di Fermo, città in cui Camilla Battista fondò un monastero ancora esistente. A chiudere, il concerto dell’Istituto Musicale di Camerino in occasione del 25° della scomparsa del maestro Nelio Biondi.


Tutti questi avvenimenti sono stati introdotti, accompagnati e seguiti, dalla stampa di manifesti e depliant, affinché si potesse raggiungere una capillare diffusione, ma anche da sussidi, immagini, cartoline e materiale divulgativo sulla santa. In particolare è stato realizzato un logo perché ogni pubblicazione, contrassegnata da questo simbolo, fosse immediatamente riconoscibile e riconducibile alle Celebrazioni per la Santa.
Una feconda collaborazione, inoltre, è nata con la stampa locale e nazionale, religiosa e non, con le radio e con le televisioni presenti sul territorio che sempre hanno saputo dare rilievo alle manifestazioni con articoli e servizi, così come potete vedere dalla sezione “rassegna stampa” realizzata a tal fine sul nostro sito www.clarissecamerino.it. Infatti, in vista della canonizzazione, abbiamo ampliato il sito di una sezione apposita perché anche la “rete” contribuisse a universalizzare questo evento di grazia. Realtà peraltro in parte già concretizzata tramite la traduzione dei maggiori scritti di Camilla Battista in inglese, francese, tedesco, portoghese e albanese.


Una santa di tale calibro, poi, meritava una degna collocazione, per questo sono stati realizzati dei lavori di sistemazione dell’urna e della cripta affinché i numerosi pellegrini che continuamente giungono da tutte le parti del mondo, potessero sostare ai piedi di questa grande donna e trovare un accogliente luogo di preghiera. Inoltre, perché emergesse la ricchezza di Camilla Battista a tuttotondo, il museo ad essa dedicato e posto nel locale adiacente alla cripta, è stato ampliato e arricchito di quadri restaurati e raffiguranti la santa, di antichi codici e di altri importanti opere.
Tutto questo fermento che si è creato attorno alla santa è sfociato in una serie di pubblicazioni tra cui “Camilla Battista da Varano principessa, clarissa e santa”, una biografia divulgativa scritta da P. Silvano Bracci ed edita dalla Velar; “Autobiografia e opere complete” riproposte in lingua corrente sempre da P. Bracci con la casa editrice Hamsa; “Camilla Battista da Varano: Autobiografia e I dolori mentali” a cura di Don Giacomo Ruggeri pubblicata dalla Tau ed.; infine “Un desiderio senza misura. La santa Battista Varano e i suoi scritti”, Atti del Convegno di studi tenutosi presso il Monastero nel novembre 2009, a cura delle edizioni Porziuncola Assisi.


In cantiere è la realizzazione di un DVD ad opera del Lions Club di Camerino, che con linguaggio vivace e diretto vuole riproporre l’esperienza di Camilla attraverso le immagini. Come colonna sonora di questo lavoro è stato inciso, da noi Sorelle Povere di S. Chiara di Camerino - S. Severino M., un CD che raccoglie canti inediti composti dal Maestro Pierpaolo Fabbri, frate minore della Provincia Picena, con testi tratti dagli scritti della Beata, S. Francesco e S. Chiara.
Evidentemente la realizzazione di tutti questi progetti ha richiesto e richiede un notevole dispendio di energie e di risorse economiche. Per questo, attraverso varie richieste di fondi, abbiamo bussato e stiamo continuando a farlo un po’ presso tutti gli enti civili, privati e religiosi affinché, sentendosi coinvolti in questo importante evento, se ne facciano promotori, ciascuno secondo le proprie modalità e possibilità. Speriamo nell’aiuto e nella sensibilità di tanti, per questo procediamo serenamente e fiduciosamente, certe che la Provvidenza sosterrà questa opera!
Per il tempo che ancora ci separa dal 17 ottobre sono già state programmate altre iniziative che continueranno ad aiutarci a vivere in pienezza la canonizzazione. Anzitutto continueranno le giornate di approfondimento rivolte a tutti coloro che desiderano accostarsi con maggiore intensità all’esperienza umana e spirituale di Camilla Battista. Infatti l’8 giugno S. Ecc. za Mons. Tonucci, Arcivescovo della Prelatura di Loreto e tutti i religiosi e i sacerdoti della Prelatura, verranno in pellegrinaggio presso la santa. Il 12 giugno, il consueto Pellegrinaggio Macerata – Loreto sarà animato anche dalla lettura di testi tratti dagli scritti di Camilla Battista e offerto alla meditazione di tutti i marciatori. Inoltre i partecipanti della consueta marcia francescana per il perdono di Assisi, passeranno di qui e faranno una tappa nel nostro Monastero per la “santa” e in sua compagnia proseguire il cammino verso la Porziuncola.


Seguiranno, in data da stabilire, l’inaugurazione del Coro ligneo, con il restauro offerto dalla Fondazione CARIMA, la presentazione del volume “Un desiderio senza misura. La santa Battista Varano e i suoi scritti”, Atti del Convegno di studi svoltosi nel novembre scorso.
Il 10 ottobre 2010 sarà inaugurata una Mostra sulla santa presso il Monastero che prelude all’annullo postale che sarà effettuato il giorno 17, in ricordo della canonizzazione.


Il 16 ottobre 2010 a Roma la Veglia di preghiera presieduta da Sua Eminenza il Cardinal Comastri Angelo, alla presenza del Ministro Generale dei Frati Minori P. Josè Rodriguez Carballo, vedrà la partecipazione dei marchigiani residenti a Roma e di tutto il mondo francescano ivi residente.
Infine, dall'ufficio liturgico Vaticano sono stati indicati i termini per la prenotazione dei pass che permetteranno ai pellegrini di accedere a Piazza S. Pietro e partecipare al Rito della Canonizzazione. Si prevedono 5.000 partecipanti solo dalla diocesi di Camerino - S. Severino M., ma è sollecitata anche l’adesione da parte di tutti i cittadini, delle varie associazioni e gruppi presenti sul territorio provinciale e oltre, perché diventi una “festa di tutti e per tutti”, affinché questo evento non venga relegato al solo ambito religioso. Ai rappresentati delle varie istituzioni, ai presidenti delle associazioni religiose e non abbiamo chiesto di promuovere una partecipazione numerosa, sostenendo tale proposta in ogni occasione di incontro, perchè la popolazione si sensibilizzi e mobiliti. L’auspicio è che da ogni comune della Provincia e da ogni Diocesi della regione possa partire almeno un pullman, perché la nostra presenza a Roma sia davvero significativa.


Per coloro che pensassero di partecipare alla canonizzazione è previsto un biglietto per entrare in Piazza San Pietro che sarà fornito dalla nostra comunità, così pure il “materiale per i pellegrini”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2010 alle 21:46 sul giornale del 31 maggio 2010 - 910 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, camilla battista, Clarisse Camerino, clarisse, francescanesimo





logoEV