Ussita: cani e pecore in condizioni pietose, precisazioni del Sindaco

31/01/2011 -

In merito alla vicenda apparsa sulla trasmissione Striscia La Notizia riguardante l’allevatore di Casali di Ussita che detiene un numero eccessivo di cani tenuti in pessime condizioni insieme al gregge di pecore.



L’Amministrazione comunale precisa quanto segue:
- in data 17/11/2010 il Sindaco ha emesso l’ordinanza n. 32 con la quale imponeva all’allevatore in questione di consegnare alla Lega Nazionale della Difesa del Cane presso il Canile di Camerino i cuccioli di cane maremmano e tutti i cani adulti in esubero, non occupati per la conduzione e difesa del gregge;
- con la stessa ordinanza il Sindaco imponeva all’allevatore di fornire giornalmente acqua e cibo a sufficienza a cani ed ovini e di provvedere alla regolare conduzione dell’azienda compresa la pulizia delle stalle.
- in data 17/11/2010 l’ordinanza veniva notificata all’allevatore il quale si rifiutava di adempiere alle prescrizioni in essa contenute;
- in data 6 dicembre 2010 il personale della Polizia Municipale si recava ufficialmente presso l’ovile per chiedere la consegna dei cani in eccesso, ma si vedeva interdetto l’ingresso alla stalla dallo stesso allevatore;
- in data 20 dicembre 2010 il Sindaco chiedeva alla Prefettura, alla Questura e alla Procura l’intervento della forza pubblica per obbligare l’allevatore ad adempiere a quanto impartito con la citata ordinanza;
- nei giorni successivi in via del tutto riservata le Forze dell’Ordine e il Sindaco fissavano per il 20 gennaio 2011 l’operazione forzosa di prelevamento dei cuccioli e cani in eccesso in adempimento all’ordinanza;
- martedì 18 gennaio 2011 gli inviati di Striscia la Notizia s’introducevano autonomamente nell’ovile per le riprese trovando la situazione successivamente illustrata;
- giovedì 20 gennaio 2011 come previsto i Carabinieri di Camerino, il personale dell’ASUR Z.T. 10 di Camerino, su incarico della Procura, hanno effettuato un sopralluogo ed alcune riprese video all’interno dell’ovile al fine di documentare alla Stessa gli eventuali estremi per il reato di maltrattamento degli animali;
- nella stessa mattinata il personale della Polizia Municipale di Ussita in collaborazione con la Lega del Cane di Camerino ha effettuato il sequestro amministrativo di n.6 cani adulti e n. 7 cuccioli (accolti dal canile multizona di Camerino gestito dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane) portando ad adempimento così l’ordinanza n. 32/2010;
Al momento della messa in onda del servizio su Striscia la Notizia nei giorni 26 e 27 gennaio 2011, l’ordinanza sindacale era stata quindi eseguita e i cuccioli mostrati erano già stati consegnati alla Lega del Cane insieme a n. 6 cani adulti tra cui le cagne non sterilizzate. Solo due cagne non sterilizzate non sono state consegnate al Canile di Camerino poichè al momento del sopralluogo non erano presenti nella stalla..


La situazione non è più rispondente quindi a quanto emerso dal servizio giornalistico, ma è comunque sotto il costante monitoraggio del Sindaco quale autorità sanitaria locale che, avvalendosi del Servizio Veterinario della Locale Azienda Sanitaria intensificherà i controlli non escludendo ulteriori provvedimenti qualora l’allevatore non si decida a condurre l’allevamento in condizioni di correttezza per la tenuta di ovini e cani.


Il Sindaco
Dott. Sergio Morosi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2011 alle 16:47 sul giornale del 01 febbraio 2011 - 808 letture

In questo articolo si parla di attualità, ussita, comune di ussita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gSL