Massi: la Regione deve credere nella potenzialità delle Comunità Montane

Francesco Massi 25/02/2011 -

Raccolgo l’appello del Presidente UNCEM (Comunità Montane) alla Regione: occorre puntare sulla montagna come strategia di sviluppo del turismo e dell’economia.



Concordo su quanto dichiarato da Majani per quanto riguarda:
1.con la legge n. 18 del 2008 sono stati “tagliati” molti costi di spesa istituzionale (Giunte e Consigli e indennità)
2.si è consolidata la strategia della gestione associata di servizi comunali (molto più che in altre zone). Ora occorre che la Regione definisca il ruolo e la identità del soggetto che deve Governare le zone montane e concordi le modalità con cui intende assegnare le risorse. A tal proposito ricordo che come Gruppo PDL abbiamo sempre espresso una posizione chiara sul percorso da fare:
a)ridefinire i “veri” territori montani (cioè quelli che per le ridotte dimensioni dei Comuni e per le difficoltà “fisiche” del territorio, per la viabilità, per il clima, ecc. sono più svantaggiati) togliendo da tali aree i Comuni grandi che non hanno difficoltà nella gestione dei servizi. Ci pare assurdo che Comuni come Fabriano, Urbino o Tolentino siano considerati “Montani”!
b)le Comunità Montane, come Agenzie di promozione del territorio e come soggetti che programmano e gestiscono i servizi in forma associata debbono essere confermate
c)ad esse debbono essere indirizzate le risorse “perequative”, della Regione anche incentivanti e “premianti” per la gestione associata dei servizi
d)coinvolgere in modo più convincente le Comunità nei programmi di sviluppo turistico, culturale, energetico, sportivo, scolastico e formativo. Sotto questo aspetto Spacca e la sua Giunta hanno davvero dimenticato la montagna!


da Francesco Massi
Consigliere Regionale Pdl



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2011 alle 15:19 sul giornale del 26 febbraio 2011 - 558 letture

In questo articolo si parla di attualità, pdl, francesco massi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hOI





logoEV