Un importante progetto di ricerca Unicam ha ottenuto un cospicuo finanziamento

2' di lettura 04/05/2011 -

Il gruppo di ricerca Unicam della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute che opera nel settore della “Qualità e Sicurezza Alimentare” ha di recente ottenuto dalla Regione Veneto un finanziamento di 150.000 euro. Il contributo è stato erogato per la realizzazione di un progetto di ricerca di durata biennale inerente lo studio di un nuovo sistema di active packaging formulato con estratti naturali che permette di conservare gli alimenti e di rispettare la salute e l’ambiente.



Il team di ricercatori, coordinato dal prof. Sauro Vittori, si occupa, infatti, dello studio degli alimenti sia in relazione alla determinazione e alla caratterizzazione di nutrienti o molecole che hanno un’azione positiva sulla salute dell’uomo, sia per quanto concerne la determinazione di contaminanti alimentari ad azione potenzialmente tossica. Responsabili scientifici del progetto finanziato sono il prof. Vittori e il dott. Gianni Sagratini.

“Lo studio, le cui basi sono state gettate qualche anno fa – sottolinea il dott. Sagratini – è volto allo sviluppo e alla creazione di un nuovo sistema di “active packaging” per alimenti freschi. Gli imballaggi “active” hanno la capacità di interagire direttamente con l’atmosfera interna della confezione mediante il trasferimento o l’assorbimento di molecole volatili. Tutto ciò, con lo scopo di aumentare la shelf life dell’alimento e di mantenere inalterate le sue caratteristiche nutrizionali, abbattendo le reazioni di degradazione microbica.

Nel nostro progetto, realizzato in collaborazione con l’azienda veneta ESSEO4 s.p.a., leader nazionale nel settore degli imballaggi alimentari – prosegue il dott. Sagratini – stiamo sviluppando un packaging attivo che incorpora degli estratti naturali di piante alimentari ad azione antimicrobica e antiossidante diretto al confezionamento di carne e pesce, alimenti di facile deperibilità a causa soprattutto dell’elevato tenore di acqua.

L’imballaggio ideato, arricchito con sostanze naturali, sarà completamente biodegradabile e sarà oggetto di un brevetto che stiamo studiando insieme all’azienda veneta”. Il finanziamento, ottenuto nell’ambito del Programma Operativo Regionale 2007-2013 Obiettivo “Competitività Regionale e Occupazione”, si compone di 110.000 euro, erogati in 24 mesi, e di 40.000 euro come cofinanziamento di una borsa di dottorato.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2011 alle 19:45 sul giornale del 05 maggio 2011 - 729 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/koi





logoEV