San Ginesio: Ipia, gli studenti riportano a splendore vecchi mobili

2' di lettura 13/05/2011 -

Si conclude sabato 14 maggio, con una cerimonia ufficiale alle 10 al teatro Leopardi di San Ginesio, il progetto “Facciamoli rivivere. Mobili e storie d’altri tempi” che ha visto protagonisti i ragazzi della classe quinta della sede locale dell’IPIA “Ercole Rosa”.



Gli studenti dell’indirizzo Tecnico dell’Industria del Mobile e Arredamento hanno lavorato durante l’anno scolastico al recupero di divanetti in legno, panche stile Liberty, leggii in metallo e un mobile contenitore a due ante, tutti manufatti di proprietà del Comune di Montegiorgio che ha attivato una convenzione con l’istituto per questo progetto.

“Un percorso molto utile - ha dichiarato il dirigente scolastico Maria Antonella Angerilli - perché l’Italia è un paese ricco di opere d’arte e ogni giorno ci chiediamo come poter conservare al meglio questo patrimonio”. Gli allievi, prima di passare al lavoro manuale, hanno provveduto al rilievo visivo del mobile e all’acquisizione della forma e dei particolari costruttivi. Successivamente sono passati alle tecniche grafiche di rappresentazione, alla relazione sullo stato di conservazione e di restauro, e alle realizzazione delle schede di ogni singolo arredo.

Dopo aver appreso le lavorazioni inerenti ai manufatti da restaurare e le principali misure di sicurezza, sono arrivati alle operazioni di recupero, con il progetto di restauro, la valutazione dello stato di conservazione e del degrado ligneo. Pulitura, disinfestazione, stuccatura, rifacimento parti mancanti, colorazione del legno e finitura hanno concluso l’intero percorso. L’intervento è stato autorizzato dalla Soprintendenza per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico di Urbino (Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici delle Marche).

Domani i ragazzi, dopo i saluti del dirigente scolastico Angerilli e gli interventi del prof. Gabriele Barucca della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici delle Marche, del sindaco Mario Scagnetti e del primo cittadino di Montegiorgio Armando Benedetti, consegnano gli arredi restaurati.

L’incontro, organizzato dall’Istituto professionale di Stato “E. Rosa”, con la collaborazione del Comune di San Ginesio e di Montegiorgio e il patrocinio della Comunità Montana dei Monti Azzurri, è anche l’occasione per vedere il dvd “La torre di Morro” realizzato dagli alunni della classe V del Tecnico dell’Industria del Mobile e Arredamento che, coordinati dal professore Igor Moschcowitz, hanno vinto con questo elaborato la seconda edizione del concorso nazionale “Il bene che vorrei…”, organizzato dall’Ente Universitario del Fermano (EUF).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2011 alle 17:17 sul giornale del 14 maggio 2011 - 634 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, ipia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kLl