San Severino: Sicurezza, il Comitato Provinciale 'promuove' la città

3' di lettura 30/05/2011 -

San Severino Marche si conferma sempre più isola felice sotto il profilo della sicurezza e dell’ordine pubblico.



Rispetto al passato, infatti, i fenomeni criminosi continuano a diminuire. A sottolinearlo è il Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza che nei giorni scorsi si è riunito per sottoscrivere un patto volto a prevedere ulteriori e più incisive modalità di raccordo tra le forze dell’ordine e le polizie municipali di 13 realtà del Maceratese con densità di popolazione superiore ai 10mila abitanti.

Fra queste figura anche la città di San Severino Marche. Dai dati presentati nel corso dell’incontro, cui hanno preso parte, fra gli altri, anche il Sottosegretario di Stato al Ministero per l’Interno, on. Alfredo Mantovano, ed il Prefetto di Macerata, Vittorio Piscitelli, nel biennio 2009/2010 il numero dei reati commessi è sceso del 9% confermando un trend che nel periodo 2008/2009, sempre nella città di San Severino Marche, aveva registrato un’ulteriore diminuzione del 28,3%.

Fra i fenomeni rilevati dalla statistica figurano i delitti contro la persona ma anche i furti e le rapine. Assenti completamente reati come violenze sessuali ed omicidi, continuano a scendere sia i furti che le rapine. I primi nel 2008 erano stati complessivamente 113, lo scorso anno sono stati 81 di cui 13 in abitazione (-35% fra 2010 e 2009) e 8 presso esercizi commerciali (-38,5% fra 2010 e 2009).

I furti nelle abitazioni nel 2009 erano stati 20, lo scorso anno sono stati come detto 13, quelli negli esercizi commerciali sono passati da 13 a 8. E sempre il 2010 è stato contrassegnato da una sola rapina in un esercizio commerciale i cui autori, come nel caso di diversi furti, sono stati assicurati alla giustizia. Per quanto concerne i delitti contro la persona, nei dodici mesi dello scorso anno ne sono stati rilevati 24 con una variazione percentuale fra 2009 e 2010 del 41,5% in meno. Tornando al totale generale dei delitti l’andamento dei fenomeni segna una netta ascesa. I numeri parlano, infatti, di 357 violazioni nel 2008 che sono scese a 256 nel 2009 e che sono ulteriormente diminuite nel 2010, anno in cui si sono registrate 233 situazioni criminose.

L’ultima rapina in banca, sempre secondo i dati forniti in occasione dell’ultima riunione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza, così come l’ultima rapina consumata in un’abitazione settempedana, risale al 2008. “Le statistiche indicano una situazione, una tendenza – spiega il sindaco, Cesare Martini – ma non devono farci abbassare la guardia.

E’ per questo che abbiamo sottoscritto, con altre città, un patto per la sicurezza che coinvolge anche la Prefettura e le forze dell’ordine. Come Amministrazione siamo impegnati nella promozione di incontri ed iniziative che servano a diffondere la cultura della legalità ma anche a sviluppare iniziative di carattere sociale rivolte soprattutto ai giovani e che prevedono anche la realizzazione di azioni formative circa i danni prodotti dall’uso non consapevole di sostanze alcoliche”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2011 alle 17:36 sul giornale del 31 maggio 2011 - 543 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lr7





logoEV