Ancona: Ivano Fossati alle Muse, sei biglietti in omaggio per i lettori

01/12/2011 -

Ivano Fossati sarà nelle Marche ad Ancona giovedì 8 dicembre al Teatro Delle Muse con il suo "Decadencing tour". I tre lettori più veloci a lasciare un commento vinceranno due biglietti ciascuno. Leggete l'articolo prima di commentare.



Per vincere è necessario:

- Essere utenti VIP
Per essere utenti VIP è necessario aver inviato il FAX o la PEC coi vostri dati personali in redazione. Il modulo si può scaricare qui. Se non siete sicuri contattate la redazione (redazione@viveremarche.it - 071.7921452) o guardare il video qui sotto.

- Lasciate un commento
Nel commento inserite la citazione di una canzone di Ivano Fossati. Ad Es: "È un rock bambino soltanto un po' latino, viaggia senza passaporto e noi dietro col fiato corto. Lui ti penetra nei muri ti fa breccia nella porta ma in fondo viene a dirti..." Che ho vinto 2 biglietti!
Non vale inserire la stessa frase già inserita da un altro lettore. Controllate anche i commenti di quest'articolo: vivere.biz/r2E

- Cambiate la propria immagine del profilo
La vostra immagine deve essere differente da quella di default, questa:


Come faccio a sapere se ho vinto?
Lo scriverà la redazione con un commento.
Icarus e Mariano hanno vinto i biglietti messi in palio in questo articolo: vivere.biz/r2E

Cosa devo fare se ho vinto?
1) Presentatevi al botteghino con un documento di identità sabato 8 Dicembre 2011 alle ore 20,45, mezz'ora prima dell'inizio dello spettacolo.
2) Dopo aver visto lo spettacolo sia la redazione che l'organizzazione sarebbe molto felice se scriveste un breve commento all'articolo di recensione dello spettacolo che apparirà su Vivere Marche e su Vivere Ancona.

E se non ho vinto che devo fare?
I biglietti sono disponibili presso la biglietteria del teatro delle muse e presso i punti vendita Unicredit banca. On line su www.ticketone.it.

Info su www.eventieconcertimarche.it e su www.pikta.it/eventi
Info line 071 2901224

In bocca al lupo e buon concerto!






Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2011 alle 03:45 sul giornale del 01 dicembre 2011 - 1091 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, spettacoli, teatro delle muse, ivano fossati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/sow


Uno dei miei artisti preferiti dai tempi dei Delirium...

Le speranze non hanno chance
C’est la décadence
C’est la décadence
Nessuna incertezza mai più
In nome del cielo davvero mai più
Qui serve un segno di rispetto per la gente
In questa bassa marea
Serve un lampo nell’aria che si accenda
Oppure un’idea.


Oh, non svegliatevi
oh, non ancora
e non fermateci
no no oh, per favore no.

Speriamo di essere in tempo!!

Commento modificato il 01 dicembre 2011


In piena decadenza
Le parole non hanno chance
È proprio una faccenda inquietante
Il pensiero che degenera
Facciamo un affare con Dio
Ci lasci una seconda possibilità
Se può

ciao

Acc.
sono rimastoin piedi sino all'una!!!
Avete fatto scherzo he?
Comunque provo lo stesso

Con santa pazienza
Ho dovuto aspettare
Con quanta buona fede
Sono stato ad ascoltare
Cara, cara democrazia
Sono stato al tuo gioco
Anche quando il gioco
Si era fatto pesante
Cosi mi sento tradito
O sono stato ingannato
Mi sento come partito
E non ancora approdato
Sento un vuoto
Sento un vuoto al mio fianco
E nessuna certezza
Messa nero su bianco
Con benedetta arroganza
Sono stato avvilito
Con quanta leggerezza
Sono stato alleggerito
Cara
Cara democrazia
Cara gemma imperfetta
Equazione sbagliata
Non scritta e mai corretta
Devotissimi della chiesa
Fedelissimi del pallone
Nullapensanti
Della televisione
Siamo i ragazzi del coro
Le casalinghe sempre d'accordo
E la classe operaia
Nemmeno me la ricordo
Democrazie pubblicitarie
Democrazie allo stadio
Democrazie quotate in borsa

Fantademocrazie
Libertà autoritarie
Libertà ugualitarie
Democrazie del lavoro
Democrazie del ricordo e della dignità
Ahi che pessime orchestre
Che brutta musica che sento
Qui si secca il fiore e il frutto
Del nostro tempo
Sono giorni duri
Sono giorni bugiardi
Cara democrazia
Ritorna a casa che non é tardi
Non sai con quanta pazienza
Ho dovuto aspettare
Non sai con quanta buona fede
Sono stato ad ascoltare
Sono giorni duri
Sono giorni bugiardi
Cara democrazia
Ritorna a casa
Che non è tardi.

Con santa pazienza
Ho dovuto aspettare
Con quanta buona fede
Sono stato ad ascoltare
Cara, cara democrazia
Sono stato al tuo gioco
Anche quando il gioco
Si era fatto pesante
Cosi mi sento tradito
O sono stato ingannato
Mi sento come partito
E non ancora approdato
Sento un vuoto
Sento un vuoto al mio fianco
E nessuna certezza
Messa nero su bianco
Con benedetta arroganza
Sono stato avvilito
Con quanta leggerezza
Sono stato alleggerito
Cara
Cara democrazia

Scusate,
non volevo scavalcare chi ha commentato prima, ho solo sbabliato pulsante commenta.
Chiedo venia


Serve coraggio
a ricominciare
E non sbagliare, ancora
Vivo a qualunque prezzo
e non è questo il peggio
Non voglio aspettare alla porta
nessuno mai più.


1) Presentatevi al botteghino con un documento di identità sabato 8 Dicembre 2011 alle ore 20,45, mezz'ora prima dell'inizio dello spettacolo.

Aridaje Michele, ce rifai con le date !!!!!????????
L'8 Dicembre è giovedì. Ciao.


"Se c'è una strada sotto il mare
prima o poi ci troverà
se non c'è strada dentro al cuore degli altri
prima o poi si traccerà"nno i due biglietti per le Muse".





Poi chi ha vinto i biglietti??

Rambo, db82 e Mickys.
Buon concerto!