Al via progetto della provincia per promuovere l'attività motoria nelle scuole primarie

2' di lettura 07/12/2011 -

Trecentocinquantotto classi di scuola elementare di 23 diversi Comuni maceratesi hanno aderito al progetto della Provincia di Macerata finalizzato a far svolgere attività motoria settimanale nella scuola primaria.



L’iniziativa partirà a gennaio e si protrarrà fino alla fine dell’anno scolastico, coinvolgendo più di settemila alunni delle fascia d’età 6-11 anni. La Giunta provinciale aveva approvato il progetto lo scorso mese di ottobre, stanziando un apposito finanziamento di 32 mila euro. Altrettanti saranno i fondi che i Comuni aderenti investiranno in misura proporzionale al numero delle classi. Anche il Coni interviene finanziariamente integrando il costo del progetto, con circa il 20% della spesa complessivamente sostenuta dagli enti locali.

Questi i Comuni che hanno formalizzato la loro partecipazione all’iniziativa per l’anno scolastico in corso, con indicato per ciascuno il numero delle classi di scuola elementare coinvolte: Castelraimondo (10), Cingoli (22), Civitanova Marche (11), Corridonia (32), Esanatoglia (5), Gagliole (6), Gualdo (2), Macerata (59), Mogliano (11), Montecassiano (20), Montefano (10), Montelupone (7), Monte San Giusto (2), Monte San Martino (2), Morrovalle (15), Petriolo (5), Pievebovigliana (2), Pievetorina (4), Pollenza (17), Porto Recanati (22), Recanati (40), Tolentino (50), Visso (5).

Soddisfazione per l’alto numero di adesioni, che consente di utilizzare l’intero fondo stanziato dalla Provincia, esprime l’assessore provinciale allo sport, Giovanni Torresi, il quale sottolinea come il progetto sia finalizzato soprattutto "a favorire lo sviluppo corporeo dei bambini che oggi, frequentando poco le attività ludiche all’aperto, sono indotti ad una prolungata sedentarietà. Un’attività fisica regolare a scuola è quindi estremamente necessaria".

L’assessore provinciale ai servizi scolastici, Leonardo Lippi, da parte sua sottolinea che l’iniziativa assunta e coordinata a livello territoriale dalla Provincia "sopperisce all’assenza dell’educazione fisica tra le materia curriculari della scuola elementare". L’iniziativa si avvale delle collaborazioni del Coni e dell’Ufficio scolastico provinciale, che a sua volta coordina l’analogo progetto ministeriale di “alfabetizzazione motoria”. Quest’ultimo è stato avviato nel maceratese due anni fa in via sperimentale in 310 classi delle scuole elementari, e grazie all’iniziativa della Provincia che da gennaio estende l’educazione motoria ad altre circa 358 classi, più del 90% dell’intera popolazione scolastica (6-11 anni) può svolgere attività motoria a scuola durante il corrente anno scolastico.

A garantire la professionalità degli insegnanti è il Coni. Oltre ad essere diplomati ISEF o laureati in scienze motorie, gli insegnanti nominati debbono aver frequentato, in aggiunta ai titoli di studio predetti, appositi corsi per una specifica qualificazione professionale nel campo e per la fascia di età degli alunni di scuola elementare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2011 alle 16:13 sul giornale del 09 dicembre 2011 - 417 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata, Coni Marche, giovanni torresi, scuola primaria, leonardo lippi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/sFq





logoEV