Provincia, pagati 9 milioni di euro ad imprese e comuni

provincia di macerata 3' di lettura 21/12/2011 -

Quasi nove milioni di euro sono stati liquidati nel corso delle ultime sei settimane dalla Provincia di Macerata a favore delle imprese che avevano maturato crediti nell’esecuzione di lavori pubblici ed a favore di Comuni per contributi o compartecipazione in interventi di diversa natura.



E’ questo il risultato dello “sblocco” dei fondi che la Provincia aveva in cassa, ma che non poteva materialmente liquidare a cause dei vincoli imposti dalle norme statali sul “Patto di stabilità interno”. Come noto lo scorso ottobre era intervenuta la Regione Marche, che d’intesa con le Province e i Comuni superiori a 5 mila abitanti, aveva deciso di avvalersi della cosiddetta “regionalizzazione verticale” del Patto.

In pratica, attraverso un meccanismo di tecnica contabile-amministrativa previsto dalla legge, la Regione Marche ha autorizzare un peggioramento del saldo programmatico degli enti locali del proprio territorio per complessivi 90 milioni, compensandolo con una riduzione di pari importo del proprio obiettivo regionale.

Ciò ha permesso alla Provincia di Macerata, come a tutti i maggiori enti locali delle Marche, di “liberare” una parte cospicua dei propri fondi destinati ad investimenti e di procedere ai pagamenti già maturati. Nei primi giorni di novembre il presidente Antonio Pettinari aveva dato disposizione all’ufficio di Ragioneria di avviare e velocizzare al massimo le procedure allo scopo di completare i pagamenti prima di Natale.

E proprio mercoledì mattina è stato effettuata l’ultima delle liquidazioni previste, che ha portato il plafond complessivo dei pagamenti a 8 milioni e 867 mila euro. Molte imprese, che si erano viste “congelare” forzatamente i loro crediti, hanno potuto così far conto su una nuova liquidità particolarmente utile nel momento in cui si deve far fronte al pagamento di stipendi e tredicesime alle maestranze.

Le imprese destinatarie dei pagamenti sono 186, per importi che variano da poche migliaia di euro fino agli oltre 900 mila relativi alla costruzione del nuovo ponte di Villa Potenza. Complessivamente l’importo liquidato a ditte appaltatrici di lavori è stato di circa sei milioni.

I restati circa due milioni e 800 mila euro sono stati liquidati a favore di 26 Comuni per compartecipazioni o contributi della Provincia in interventi di edilizia scolastica, protezione civile, edilizia residenziale pubblica agevolata. Risorse, queste ultime, che a loro volta hanno consentito ai Comuni di liquidare i pagamenti dovuti alle loro imprese appaltatrici.

Soddisfazione per il risultato ottenuto viene espressa dal presidente Antonio Pettinari.

"Grazie all’intervento della Regione, abbiamo potuto utilizzare i nostri fondi, regolarmente finanziati e iscritti in bilancio, per soddisfare le giuste pretese delle imprese appaltatrici. Ma questo – aggiunge Pettinari – ci consente anche di avviare nuovi cantieri, permettendo alla Provincia di offrire così un sostegno all’economia del territorio".

Il presidente Pettinari ha anche ringraziato il personale degli uffici tecnici ed amministrativi per il lavoro svolto in queste settimane nel predisporre gli atti necessari ed in particolare l’ufficio di ragioneria che, per le sole operazioni relative allo sblocco dei fondi del Patto di stabilità, ha emesso complessivamente 422 mandati di pagamento.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-12-2011 alle 17:52 sul giornale del 22 dicembre 2011 - 388 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata, antonio pettinari





logoEV