Consiglio provinciale, chiesto un incontro in Regione sui trasporti ferroviari

provincia di macerata 2' di lettura 29/05/2012 - La seduta del Consiglio provinciale di Macerata si è aperta poco dopo le 17 osservando un minuto di silenzio per ricordare le vittime del terremoto in Emilia e anche in ricordo dell’ex presidente della Provincia, Luigi Sileoni, deceduto venerdì scorso.

La seduta è poi proseguita con alcune comunicazione del presidente Antonio Pettinari. In questo contesto, il presidente della Provincia ha reso noto una lettera inviata oggi al presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, per chiedere un incontro urgente finalizzato a rappresentare le problematiche relative alla oppressione di fermate dei treni a lunga percorrenza presso la stazione ferroviaria di Civitanova Marche e più in generale il depauperamento dei servizi ferroviari nel territorio della provincia di Macerata.

L’incontro è stato chiesto anche a nome dei presidenti della Camera di commercio, di Confindustria, della segreteria territoriali di Cgil, Cisl, Uil ,Ugl e dei rettori delle Università di Macerata e Camerino, dei rappresentanti cioè delle istituzioni che nei giorni scorsi avevano preso parte all’incontro convocato dal presidente della Provincia di Macerata per affrontare la questione dei trasporti ferroviari “che – ha scritto Pettinari nella lettera inviata a Spacca – dopo l’entrata in vigore degli ultimi orari ferroviari, abbia oramai assunto la natura di vera emergenza”.

Intanto la Giunta provinciale ha approvato un ordine del giorno, condiviso da tutte le forze economico-produttive e sindacali del “tavolo provinciale per lo sviluppo”, con il quale, oltre ad esprimere netta contrarietà alle soppressioni, chiede con forza alla Regione di farsi interprete delle esigenze del territorio maceratese, tramite l’immediata attivazione di un apposito tavolo istituzionale che consenta di individuare precise soluzioni al problema, e dà mandato al Presidente o affinché sia posta in essere ogni iniziativa atta a favorire un pronto riequilibrio dell’offerta di trasporto ferroviario, mediante il ripristino di tutte o di alcune delle fermate soppresse a Civitanova Marche e la rivitalizzazione della tratta locale Civitanova Marche – Fabriano”.






Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2012 alle 18:21 sul giornale del 30 maggio 2012 - 385 letture

In questo articolo si parla di macerata, provincia di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zHR