Giornata mondiale contro il lavoro minorile, a Macerata un incontro celebrativo

4' di lettura 05/06/2012 - In occasione della Giornata Mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile promossa dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) che si osserva il 12 giugno, si terrà a Macerata presso l’Auditorium San Paolo in Piazza della Libertà alle ore 9,45 un evento celebrativo per offrire alla cittadinanza la testimonianza dell’impegno giovanile volto alla promozione della giustizia sociale e al rispetto dei diritti umani.

La Provincia di Macerata, nell’ambito del protocollo d’intesa finalizzato alla creazione di un corso di formazione destinato ad orientare le giovani generazioni alla cooperazione e alla solidarietà, ha deciso di aderire e di sostenere una programmazione di respiro internazionale denominata “I giovani in azione per il 12 giugno 2012”. L’iniziativa è stata progettata e sviluppata dall’Associazione LumbeLumbe ONLUS in collaborazione con la comunità montana “Monti Azzurri” di concerto con i sindaci dei Comuni di Sarnano, Monte San Martino, Penna San Giovanni e Sant’Angelo in Pontano.

L’iniziativa si inserisce in un quadro mondiale promosso dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro nell’ambito della Campagna Globale contro lo sfruttamento del lavoro minorile ed è articolata in diverse fasi volte alla creazione di una prima azione di sensibilizzazione e di richiamo sui temi legati alla globalizzazione, ai diritti del lavoro e allo sfruttamento del lavoro minorile.

L’iniziativa si avvale della metodologia internazionale SCREAM - (Supporting Children’s Rights through Education, the Arts and the Media - Sostenere i diritti dei bambini attraverso l'educazione, l'arte e i media). SCREAM, promosso dal Programma Internazionale per l’Eliminazione del Lavoro Minorile (IPEC) dell’ILO, tradotto in 20 lingue e disseminato in ottanta paesi, ha l’obiettivo di far leva sulla creatività e i saperi dei giovani per favorire la loro attiva partecipazione e il loro impegno sociale. L’intero programma ha coinvolto attivamente 150 ragazzi di età dai 5 ai 26 anni, sostenuti da 20 giovani tutor dell’Associazione LumbeLumbe che hanno partecipato ad un programma formativo dedicato con l’obiettivo di stimolare fra i giovani il senso di una responsabile cittadinanza glocale (con visione globale e azione locale).

I giovani coinvolti nelle rispettive amministrazioni locali partecipanti al progetto, hanno realizzato delle singolari opere artistiche di notevole valore simbolico e di ragguardevoli dimensioni (3,5x7,8 metri) a sostegno della Campagna Globale contro lo sfruttamento del lavoro minorile. La metodologia, destinata ad estendersi nel corso degli anni nelle scuole di ogni ordine e grado e auspicabilmente nelle università del territorio, offre la possibilità di aprire nuovi orizzonti alle giovani generazioni, invitandole a percorrere esperienze che sollecitano lo spirito critico, il dibattito, la solidarietà, la presa di coscienza per una responsabilità sociale legata al dovere di conoscere, di pensare, ponderare e di partecipare alle responsabilità collettive per affermare la cultura del diritto.

Le 5 tele, che rappresentano un importante strumento di denuncia e un richiamo all’attenzione della società civile e dei media, saranno esposte insieme ad altre tele create a Roma e nelle Marche dai tutors dell’Associazione LumbeLumbe all’interno del loro training. Le tele verranno presentate ufficialmente alle rispettive cittadinanze nella settimana precedente per poi confluire a Macerata per la celebrazione del 12 giugno. Saranno esposte per l’intera giornata a disposizione di tutta la cittadinanza presso le sedi delle più alte istituzioni locali fra le quali l’Università degli Studi di Macerata, il Comune di Macerata e la Provincia di Macerata.

L’evento del 12 giugno, alla presenza delle più alte cariche istituzionali locali, di funzionari dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro e delle scuole partecipanti, offrirà ai giovani la consapevolezza del valore del loro impegno sociale per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite, e lancerà un importante messaggio di solidarietà e responsabilità che li unirà ai tanti giovani impegnati nel mondo per la conquista della giustizia sociale attraverso il 12to12 Community Portal.

La manifestazione, che si terrà nell’Auditorium San Paolo, messo a disposizione dall’Università degli studi di Macerata e sarà aperta al pubblico con una riserva di posti su invito, è stata presentata con una confenreza stampa nella sede della Provincia, a Macerata.

Erano presenti, l’assessore provinciale Leonardo Lippi, il presidente delle’associazione LumbeLumbe Onlus, Gen. Italo Governatori, il coordinatore del programma, Alberto Filippone, i sindaci di Monte San martino, Valeriano Ghezzi e di Sant’Angelo in Pontano, Eraldo Mosconi, il vice sindaco di Penna San Giovanni, Giacomo Sufferini, l’assessore comunale di Sarnano, Stefania Innamorati e l’assessore della Comunità montana dei Monti Azzurri, Simonetta Scafa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-06-2012 alle 18:35 sul giornale del 06 giugno 2012 - 328 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata, associazione lumbe lumbe, lavoro minorile, comunità montana monti azzurri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/z1D





logoEV