Castelraimondo: Lavoricidi in biblioteca

biblioteca 1' di lettura 07/06/2012 - Anche con l’arrivo della bella stagione continuano gli appuntamenti con Lavoricidi, il caso letterario tutto marchigiano, ideato da Francesca Riccioni, Jonathan Arpetti e Paolo Nanni ed edito dalla Communication Project di Recanati.

Prossima tappa Castelraimondo (MC). Ci vediamo l’8 giugno alle ore 21 presso i locali della biblioteca comunale, la serata sarà presentata dall'avvocato Mauro Riccioni. Un’altra graziosa cittadina della provincia maceratese da apprezzare, un’altra tappa alla scoperta del significato di Lavoricidi. “Non si tratta del diffuso e pur giusto anatema contro gli incidenti mortali sul luogo di lavoro” affermano gli autori “i nostri Lavoricidi danno voce alla morte civile di chi non avendo un lavoro si vede negata la possibilità di gestire la propria esistenza”.

Spazio alla riflessione dunque, ma con un piglio ironico e una particolare connotazione stilistica: Lavoricidi non è un’antologia di racconti ma un autentico romanzo scritto in cooperazione da 15 autori. Lavoricidi è un mondo di personaggi variopinti le cui esistenze si sfiorano, si incrociano, si scontrano, su tutte l’ombra pesante del raccomandato di turno, del figlio di papà che riesce ad uscire a testa alta ed all’interno di un’auto sportiva in ogni occasione.

Chi ha già vissuto sulla propria pelle un’esperienza di “Lavoricidio” ha una bella occasione per raccontarsi, confrontarsi, capire. Chi è solo curioso di scoprire perché un libro ambientato esclusivamente tra le province di Macerata, Ancona e Fermo ha valore universale, deve solo aspettare venerdì sera.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2012 alle 23:32 sul giornale del 08 giugno 2012 - 332 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/z8n





logoEV