Ricerca: il Ministero promuove l'Università di Camerino

Raffaele Liberali 2' di lettura 28/06/2012 - Prenderà il via venerdì 29 giugno alla Sala degli Stemmi del Palazzo ducale di Camerino una serie di seminari dedicati alla Spazio Europeo della Ricerca (ERA) e alle strategie adottate da Unicam su questa tematica.

Nell’ambito della strategia di sviluppo della sua dimensione internazionale, infatti, UNICAM considera necessario incrementare la partecipazione dei docenti e dei ricercatori ai bandi europei e, possibilmente, il tasso di successo, anche per l’impatto che questi indicatori hanno nelle valutazioni nazionali ed internazionali. E’ proprio per favorire il raggiungimento di questo obiettivo, che UNICAM ha scelto di dedicare ai ricercatori delle sue Scuole una serie di incontri informativi sui programmi europei di ricerca.

Per questo primo appuntamento, dedicato in particolare al programma europeo della ricerca “Horizon 2020”, alla priorità “Excellent Science” e all’European Research Council, ha dimostrato notevole interesse anche il Ministero dell’Università e della Ricerca, tanto che il Capo Dipartimento per l'università, l’alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca, dott. Raffaele Liberali, ha accettato l’invito a partecipare in qualità di relatore.

L’incontro sarà aperto dal saluto del Rettore UNICAM Flavio Corradini, al quale seguiranno gli interventi del dott. Liberali, del prof. Fulvio Esposito e del prof. David Vitali, delegati del Rettore Unicam per lo Spazio Europeo della Ricerca. Chiuderà la serie di interventi la dott.ssa Irene Ricci, Ricercatrice UNICAM, che ha recentemente ottenuto un cospicuo finanziamento nell’ambito degli Starting Grants dell’European Research Council.

Numerose e riconosciute a livello europeo sono infatti le azioni Unicam volte alla costruzione dello Spazio Europeo della Ricerca: proprio a Camerino infatti nel luglio 2005, tutti gli Atenei italiani hanno siglato l’adozione della Carta Europea dei ricercatori e il Codice di condotta per la loro assunzione. L’Ateneo si è fatto poi promotore, insieme ad AREA Science Park e alla Fondazione CRUI, di un’altra importante iniziativa a sostegno dell’attività del ricercatore, quella dell’attivazione del portale “www.euraxess.it”, dedicato alla mobilità dei ricercatori.

Il prof. Esposito è dal 2009 presidente, dopo esserne stato per un anno il rappresentante italiano, dello “Steering Group on Human Resources and Mobility”, uno dei gruppi di lavoro UE considerati strategici per la costruzione dello Spazio Europeo della Ricerca. E’ recente poi il riconoscimento ufficiale da parte della Commissione Europea, con la concessione del logo Excellence in Research, della strategia UNICAM di sviluppo delle risorse umane per la ricerca (Human Resources Strategy for Researchers - HRS4R), considerata un passaggio cruciale per attrarre verso la professione del ricercatore i migliori talenti, europei e no e per promuovere all’attenzione dell’opinione pubblica (e quindi della politica) il ruolo-chiave dei ricercatori per lo sviluppo sociale, culturale ed economico dell’Europa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-06-2012 alle 17:53 sul giornale del 29 giugno 2012 - 406 letture

In questo articolo si parla di attualità, università di camerino, camerino, Unicam, ricerca scientifica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/AXk