San Severino: revocato il divieto dell'uso dell'acqua potabile in zona Colotto - Taccoli

acqua potabile 1' di lettura 18/07/2012 - Il sindaco di San Severino Marche, Cesare Martini, ha revocato l’ordinanza emessa in data 11 luglio con la quale era stato vietato l’uso dell’acqua, a scopo potabile, nelle seguenti zone della città: località Casette, Maricella, Caruccio, Taccoli zona industriale, zona industriale Maestri del Lavoro (PIP6) e località San Lazzaro.

La decisione è arrivata a seguito dell’invio da parte del Dipartimento di Prevenzione dell’Area Vasta n.3 dell’Asur Marche dei referti analitici dei rapporti di prova elaborati dal servizio acque dell’Arpam, l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche.

Le ripetute analisi effettuate in questi giorni in autocontrollo dall’Assem Spa, in qualità di gestore del servizio idrico cittadino, presso punti di prelievo dell’acquedotto serviti dal serbatoio di Colotto, avevano già fornito esiti negativi ma i nuovi rilievi dell’Arpam, necessari per revocare l’ordinanza sindacale, hanno definitivamente evidenziato conformità rispetto ai parametri previsti dalla legge.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2012 alle 15:49 sul giornale del 19 luglio 2012 - 341 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, san severino marche, Comune di San Severino Marche, acqua potabile

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BLW





logoEV