Calcio: il Settempeda si arrende al Porto Sant'Elpidio

settempeda calcio 07/10/2013 - Piove sul bagnato in casa Settempeda. Il mitico Passarini si blocca ancora nella rifinitura del sabato, Maccari dà forfait per mal di schiena e, a gara in corso, l’under Menichelli lascia per infortunio muscolare che non sembra di lieve entità.

In ogni caso da valutare con opportuni strumenti diagnostici. Se si aggiunge l’impiego in partita a mezzo servizio di Nerpiti, acciaccato anche lui, si capisce lo 0-2 casalingo con la bestia nera P.S.Elpidio che espugna il Soverchia come avvenne l’anno passato nel girone di ritorno. Eppure anche Pitzalis deve rinunciare agli squalificati Rossi ed Islami, agli infortunati Bracalente e Belleggia ed è costretto a disputare quasi un’ora con l’uomo in meno per il rosso diretto affibbiato a capitan Marconi che stende da tergo il lanciato Marasca. Di ben altra qualità, però, dispone il Porto che si impone all’inglese e con merito. Dopo aver corso seri pericoli per i tentativi di Marasca al 17’ ed al 29’ e per la doppia conclusione di Capenti e Lucaroni alla mezz’ora esatta, l’undici di Pitzalis si salva grazie all’impennata di Canaletti che smanaccia la palla sulla traversa al 34’, sugli sviluppi del calcio di punizione assegnato al vertice sinistro dell’area per il fallo di Marconi costato l’espulsione al graduato ospite.

Ma mentre la bomba di Borioni viene disinnescata in qualche maniera, quella di Trobbiani, che schioda il sinistro dal limite al 10’ del secondo tempo, termina a fil di palo. La formazione disegnata dal diesse Sfredda potrebbe raddoppiare con la galoppata di Mozzorecchia che serve Raffaeli al 21’ e a seguito dello slalom di Cingolani che si beve tutti al 29’, ma non l’attento Caracci che devia in corner. Ma lo 0-2 è questione di minuti. A 3’ dalla fine Trobbiani ci riprova dal limite, stavolta con il destro che carambola sulla nuca di Ruggeri e s’insacca: 0-2 e tanti saluti. I biancorossi non sfruttano l’uomo in più se non in qualche inserimento di Lucaroni, i cui cross dalla destra sono però preda del reparto difensivo orchestrato con la consueta perizia da Di Salvatore. I tentativi di Di Francesco e Nerpiti si infrangono inesorabilmente sulle maglie celesti. A parziale scusante del mortificante risultato all’inglese subìto in casa è la serie di uomini che mister Ciarlantini ha dovuto far ruotare per gli infortuni.

L’iniziale 3-5-1-1 con i baby Paciaroni e Menichelli ai lati di Mulinari in difesa stavolta aveva convinto di più, rispetto alla precedente partita casalinga con il Montottone, in quanto il pacchetto arretrato è stato maggiormente protetto dal centrocampo esperto ad imbuto con 5 uomini ed il baluardo Ruggeri supportato dall’altro “vecio” Serangeli. Lucaroni ha galoppato a dovere lungo la fascia destra, anche se i suoi cross non hanno trovato mai il tap-in giusto di un biancorosso. Borioni si è dannato l’anima ed ha messo in mostra grinta alla ennupla evidenziata da un corner procurato ai danni di un certo Di Salvatore dopo un rush alla Bolt e dal tiro-bomba che con un pizzico di fortuna poteva valere l’1-0. Dopo l’uscita di Menichelli è stato pure arretrato sulla linea difensiva, prima di uscire stremato e per i crampi, a sua volta rimpiazzato da Barabucci prima utilizzato a centrocampo. Marasca a sinistra in un paio di occasioni ha avuto la palla buona per siglare il gol, anche se rimane poco lucido in zona calda, dovendo sobbarcarsi il lavoro di fascia. Capenti dietro a Di Francesco non ha sfigurato nella prima metà gara, anche se l’attaccante argentino soffre di solitudine e non sembra rendere al massimo come prima punta. I problemi ci sono, “anche se siamo ancora all’inizio del torneo e non dobbiamo strapparci i capelli” ha rincuorato il dirigente Gianni Scarpeccio. “I ragazzi hanno fatto quanto hanno potuto.

La dirigenza conosce il materiale con cui lavoro. Stiamo dando tutti il massimo. Peccato che la ruota ora non giri per il verso giusto. Se avessimo chiuso il primo tempo sul 2-0 nessuno avrebbe avuto da ridire. Invece…” ha aggiunto mister Ciarlantini. È però altrettanto innegabile che rimane un solo punto nel carniere dei biancorossi alla vigilia del derby esterno con l’Aurora Treia. Una situazione che non è proprio da ridere. Il barlume di speranza lo fornisce capitan Ruggeri: “A Treia una mitica stagione di qualche anno fa pareggiammo ai play-off contro il team di Grassettini con un mio gol e colpii anche un palo. Al ritorno fu sufficiente il nulla di fatto per giungere in finale per la nostra miglior posizione nella regular season. Spero che il ricordo porti bene”. Lo sperano anche i tifosi. Intanto, passando ai baby, si deve registrare la sconfitta per 1-5 degli Allievi di Gentili ad opera del Matelica. Il gol del vantaggio dal dischetto di Chacòn aveva illuso i piccoli biancorossi, poi raggiunti e superati. Altra musica, invece, nel settore juniores dove la formazione allenata anch’essa da Gentili ha soverchiato di reti, 4-0 (con un rigore di Broglia parato), il Potenza Picena grazie alla doppietta dello sgusciante Fiecconi ed alle firme singole di Pinkowski e Broglia. Almeno qualcuno sorride.

SETTEMPEDA-P.S.ELPIDIO 0-2
SETTEMPEDA: Caracci, Paciaroni, Menichelli (3’ st Barabucci), Borioni (24’ st Nerpiti), Serangeli, Mulinari, Lucaroni, Ruggeri, Di Francesco (35’ st Lorenzo Rocci), Capenti, Marasca (A disp. Passeri, Tentella, Riccardo Rocci, Broglia)
All. Ciarlantini
P.S.ELPIDIO: Canaletti, Marconi, Marcantoni, Biagioli, Di Salvatore, Del Gatto, Cingolani (44’ st Diomedi), Marozzi (30’ st Amarro), Mozzorecchia, Trobbiani, Raffaeli (A disp. Profili, Cannoni, Nespoli, Martini)
All. Pitzalis
Arbitro: Zippilli di Ascoli Piceno (Iacopino e Santori di AP)
Reti: 10’ e 42’ st Trobbiani
Note: espulso per fallo da tergo Marconi al 34’ pt; ammoniti: Paciaroni, Borioni, Amarro; angoli 5-4; spettatori 100 circa; rec. 0’+5’; prima dell’incontro è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria dei migranti annegati nelle acque di Lampedusa.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2013 alle 20:09 sul giornale del 08 ottobre 2013 - 385 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, san severino marche, settempeda calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/SMd