San Severino: Martini al premier Renzi 'Costruiamo una scuola nuova?'

15/03/2014 - Il sindaco di San Severino Marche, Cesare Martini, ha scritto al Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, indicandogli il plesso “Alessandro Luzio”, edificio sede della scuola dell’Infanzia e della scuola Primaria, come priorità individuata dall’Amministrazione comunale nell’ambito degli interventi di edilizia scolastica.


Il primo cittadino settempedano ha così risposto all’invito fatto dal premier, con apposita lettera, lo scorso 3 marzo e rivolto a tutti i sindaci d’Italia. Renzi aveva chiesto, infatti, che entro il 15 marzo gli amministratori locali gli proponessero un edificio scolastico del proprio territorio che necessita di interventi urgenti, indicando, peraltro, il valore dell’intervento, le modalità di finanziamento previste, la tempistica di realizzazione.

L’intervento – ha risposto Martini a Renzi – richiederà una risorsa complessiva che si aggira sui 5 milioni di euro. L’Amministrazione comunale ha da tempo incaricato alcuni tecnici professionisti per valutare la convenienza di una ristrutturazione dell’edificio esistente o la realizzazione di un nuovo edificio in grado di garantire una migliore funzionalità e che risponda ai criteri dell’edilizia sostenibile. Nello strumento urbanistico abbiamo già individuato un’eventuale area per la nuova scuola che non è sottoposta a vincoli particolari”.

L’attuale edificio della “Alessandro Luzio”, costruito tra il 1930 e il 1940, si presenta con una struttura in muratura che si erge su quattro livelli, di cui uno interrato, per una superficie complessiva lorda di 7.200 mq e per un volume di poco più di 28.600 metri cubi. In esso sono ospitate oltre 30 aule ordinarie e speciali, gli uffici, la palestra, la mensa e i locali di servizio che accolgono in media 650 studenti.







Questo è un articolo pubblicato il 15-03-2014 alle 13:30 sul giornale del 17 marzo 2014 - 625 letture

In questo articolo si parla di attualità, daniele pallotta, Cesare Martini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZXg