Cesari dopo le minacce: 'Grazie a tutti per la solidarietà. Peccato per il silenzio del Sindaco'

proiettili 09/05/2014 - Vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno espresso solidarietà e vicinanza per la lettera minatoria recapitatami nei giorni scorsi, che ha minato nel profondo la serenità mia e della mia famiglia.

Dopo oltre 20 anni di attività politica, al servizio del centro destra, ed aver partecipato a decine di campagne elettorali, anche concitate e dure, mai si era arrivati ai livelli di quella in svolgimento e non mi riferisco al mio solo caso personale ma anche alle gomme tagliate al candidato sindaco Delpriori (le indagini in merito sono in mano alla Procura della Repubblica e, da quanto apprendo dalla stampa, potrebbe profilarsi persino l’ipotesi di tentato omicidio) ed agli atti di vandalismo nei confronti di Adriano De Leo.

La politica sta attraversando un lungo periodo di decadenza, morale ed operativa, che porta solo all’accentuarsi di comportamenti deplorevoli, come quelli di questi giorni, ma che non riusciranno ad impedire a me, ed a chi collabora con me, di continuare nel portare avanti una politica fondata sui valori di libertà, onestà, correttezza e coerenza tipici dell’area moderata di centro destra. In questa campagna elettorale continuerò a sostenere il dott. Pietro Valeriani della lista Per Matelica con Alessandro Delpriori candidato Sindaco.

Nel rinnovare il ringraziamento per il calore e la solidarietà ricevuta non posso far a meno di notare il più completo, ed assordante, silenzio da parte del Sindaco uscente Paolo Sparvoli e del suo vice Mauro Canil, i quali, se non altro a nome delle istituzioni che rappresentano, dovrebbero essere di esempio nella lotta contro ogni forma o espressione di criminalità.


da Michele Cesari
Alternativa Popolare





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2014 alle 14:25 sul giornale del 10 maggio 2014 - 499 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3Qq