Pineto: studenti Università di Camerino al Parco del Cerrano

2' di lettura 10/05/2014 - Una due giorni al Parco dell'Area Marina Protetta Torre del Cerrano per gli studenti dell'Università di Camerino.

Attività didattiche e lezioni di campo con le Guide del Cerrano per conseguire un’efficace formazione delle aree marine protette

Lunedì 12 e martedì 13 maggio 2014 gli studenti del Master Universitario di 1° livello in “Gestione della Fascia Costiera e delle Risorse Acquatiche (GFCRA)” dell’Università di Camerino saranno presenti presso la sede dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano per una serie di attività didattiche riguardanti le aree marine protette e le modalità di gestione. Gli studenti incontreranno il Presidente dell'AMP Benigno D'Orazio, il Direttore Fabio Vallarola con cui si esamineranno le problematiche relative alla gestione delle Aree Marine Protette; particolare attenzione sarà dedicata alla rete delle Aree Protette adriatiche AdriaPAN; non mancheranno lezioni di campo in compagnia delle Guide del Cerrano.

Il Master, giunto alla settima edizione, prepara figure professionali con competenze nel management sostenibile delle risorse acquatiche, in particolare nelle zone costiere e nelle aree marine protette fornendo inoltre conoscenze specifiche sulle tecniche di maricoltura e negli aspetti relativi alla valorizzazione, tutela e promozione delle risorse marine.

Il Direttore del Master, professor Alberto Felici che accompagnerà gli studenti in questi due giorni di attività, considera molto importante la collaborazione con una realtà quale l’AMP Torre del Cerrano che si caratterizza positivamente nello scenario nazionale per gli aspetti gestionali e promozionali del territorio.

“La formazione realizzata all’interno della nostra Area Marina Protetta si plasma sulle richieste del mondo scolastico, universitario e della nostra comunità in genere - ha detto il Presidente Benigno D’Orazio. - La proficua collaborazione con l’Università di Camerino, ma anche con altri enti e associazioni, dimostra che il parco marino è oggi un laboratorio concreto di sostenibilità ambientale, un’officina di produzione in grado di elaborare strategie condivise di gestione e valorizzazione del territorio”.


da Area Marina Protetta Torre del Cerrano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2014 alle 14:28 sul giornale del 12 maggio 2014 - 369 letture

In questo articolo si parla di pineto, Area Marina Protetta Torre del Cerrano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3Uq