Sparvoli presenta il suo 'Progetto Matelica'

5' di lettura 11/05/2014 - Grandissima partecipazione ai Cavalieri per la presentazione della lista 'Progetto Matelica' con candidato sindaco Paolo Sparvoli.

Alcuni volti nuovi ed altri volti già conosciuti compongono la lista già resa pubblica qualche settimana fa.

Presentati da Marco Moscatelli, i candidati hanno avuto la possibilità di confessare al pubblico le ragioni della loro candidatura e l'impegno che si prenderanno una volta eletti.

E' Paolo Sparvoli ad aprire l'incontro con un breve pensiero: "Nannino Crescentini parecchi anni fa mi chiese di candidarmi. Da allora per me la politica è diventata una droga, non riesco a non portare avanti questo progetto. Oggi - continua il sindaco - ci mettiamo in gioco di nuovo per non fermare la macchina amministrativa."

Proprio sull'ultima amministrazione interviene Massimo Baldini, assessore alle Finanze ed allo Sviluppo Economico, che spiega: "Le finanze non sono state portate avanti male come qualcuno dice, noi abbiamo cercato di risanare i giusti investimenti fatti qualche anno fa. Tutto quello che è successo dopo in Italia (crisi ndr) ha aggravvato la situazione, ma con altri 5 anni a disposizione potremo portare avanti meglio questo discorso. Ci sono ancora molte cose da fare!"

Molto più energico invece Mauro Canil, che parte con calma raccontando la sua bella esperienza matelicese, ma accellera subito elencando cosa si è fatto realmente in questi 5 anni di amministrazione. "Partiamo per esempio dalla Pro Loco: quando abbiamo iniziato questi cinque anni, all'interno dei magazzini dell'associazione non c'erano neanche delle semplici prolunghe. Nonostante i debiti accumulati siamo riusciti a far ripartire il tutto, soprattutto grazie ai privati ed alle aziende che ci hanno supportato. Ci siamo tolti belle soddisfazioni con Matelica On Ice (pista di pattinaggio sul ghiaccio ndr), Verdicchio al Museo e addirittura il Carnevale Matelicese."

Fin qui tutto tranquillo, ma Canil tuona: "L'opposizione è sempre stata distruttiva. Io non mi ricordo nessuno di loro presente quando insieme agli insegnanti ed alcuni studenti ci siamo impuntati contro la chiusura della Facoltà di Veterinaria. In quel caso abbiamo impedito la scomparsa di oltre 500 studenti sul territorio matelicese provenienti da tutta Italia ."

E ancora: "Accattonaggio? Unanimità. 3 giorni dopo nessuno di loro aveva letto questo emendamento e ci si sono letteralmente scagliati contro provando a chiedere una modifica il consiglio successivo. Il tutto con la carica alle spalle del sindaco di una città limitrofa..."

"Striscia la Notizia ci fa sempre vedere opere incompiute - continua Canil - noi a Matelica siamo riusciti a finirle tutte. La strada delle Valche serve più di quanto immaginate, provate a chiedere ad un operaio o ad un impiegato quanto tempo impiega in meno la mattina per arrivare al lavoro. Qui è stata fatta la lotta allo sviluppo ed alle aziende. Non hanno fatto solo la guerra alle RIR, hanno fatto la guerra a Mauro Canil! Questa azienda che si sarebbe potuta insediare qui a Matelica ora è a Ferrara ed a fine 2014 avrà 30 operai al suo interno."

Ma è sullo sport che Mauro Canil sicuramente in questi anni ha lavorato di più: "Quando sono venuto a Matelica mi ero imposto di non immischiarmi più sul calcio. Beh a quanto pare non ci sono riuscito! Sono arrivato qui e la situazione in effetti era molto precaria in qualsiasi sport. Con molta soddisfazione oggi posso dirvi che nessuna società sportiva matelicese ha il bilancio in rosso, soprattutto grazie ai dirigenti che volontariamente ci danno una mano. Sul motocross - insiste l'assessore allo sport - non ho parole. Posso solo dire povero Danilo. Sul Matelica Calcio invece penso che quello che è stato fatto è servito ai più piccoli (e sono tanti) per dargli una società di riferimento, ma non solo a livello locale, credo anche a livello regionale."

E con l'annuncio che la campagna elettorale si chiuderà in Fidea, Mauro Canil passa il microfono agli altri candidati. Tra gli ulteriori interventi da sottolineare c'è sicuramente quello di Denis Cingolani, 27enne e già Assessore all'Agricoltura, alle Politiche Comunitarie e Giovanili ed al Volontariato: "Ci hanno definito come peggiore amministrazione, come mafiosi e come collusi. Noi abbiamo lavorato onestamente ed io mi sento offeso. Questo è un esempio pessimo da dare ai più giovani. Inoltre - continua Cingolani - insistono dicendo che il problema del lavoro a Matelica può risolversi solo con il Verdicchio e le eccellenze. Il Verdicchio e le eccellenze ci sono già, possiamo migliorare qualcosa, ma la soluzione a tutti i mali non è certamente questa."

Concludiamo pubblicando l'elenco completo dei candidati della Lista 'Progetto Matelica' con candidato sindaco Paolo Sparvoli:

Massimo Baldini, Roberto Bernardi, Francesca Boldrini, Sandra Branchesi, Mauro Canil, Denis Cingolani, Vincenzo Cuteri, Sauro Falzetti, Fabiola Grimaldi, Diego Gubinelli, Milena Maggi, Gessica Menichelli, Egidio Montemezzo, Monia Pecchia, Rosanna Procaccini ed Alberto Serpicelli.

Vi ricordiamo anche che nei prossimi giorni pubblicheremo su questo sito il confronto tra i tre candidati sindaci. Dieci domande sui temi più caldi in vista delle elezioni del 25 maggio.








Questo è un articolo pubblicato il 11-05-2014 alle 18:54 sul giornale del 12 maggio 2014 - 1646 letture

In questo articolo si parla di politica, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3W0