Caldarola: 'Dialettiamoci Primavera' conclude con due spettacoli

21/05/2014 - I corsi di teatro che hanno dato vita al progetto 'Dialettiamoci Primavera' sono terminati: va in archivio il primo anno di questa esperienza riservata a due classi prime della media inferiore con due spettacoli in programma sabato 31 maggio e domenica 1 giugno, entrambi alle 21.15, al teatro di Caldarola.

Sabato 31 maggio andrà in scena "Odissea" di David Conati presentata dalla classe I°C della scuola di Belforte del Chienti, mentre domenica 1 giugno sarà la volta di "Amadeus, Piffiro e il flauto magico" rielaborazione dal “Flauto Magico” di Mozart, presentato dalla classe I°A della scuola di Caldarola. Soddisfatti tutti gli attori di questo progetto, a partire dalla dirigente Fabiola Scagnetti per arrivare al regista e docente Francesco Facciolli e passando per tutti gli insegnati che si sono coinvolti in modo perentorio e convinto. Protagonista degli spettacoli anche una classe seconda di Caldarola che si esibirà nella disciplina del canto.

“Le attività di drammatizzazione - dichiarava Francesco Facciolli illustrando il progetto - per la molteplicità dei linguaggi utilizzati e delle discipline coinvolte, per la complessità dell’organizzazione, l’articolazione delle diverse fasi e la partecipazione delle diverse componenti (recitazione, regia, scenografia, scenotecnica, distribuzione audio-luci, costumistica, trucco), rappresentano senz’altro una delle forme di gestione dell’attività didattica (e non) più gratificanti e stimolanti”. Oggi, a nove mesi di distanza, tanti sacrifici e tanto impegno avranno il loro riconoscimento.

“Il festival Dialettiamoci ha tracciato una splendida via da seguire – dichiara il sindaco Mauro Capenti – e si è arricchito con questa nuova esperienza riservata ai ragazzi. Mi sento di esprimere un grazie sincero a chi ha pensato, voluto e realizzato queste esperienze che valorizzano le eccellenze della nostra terra e danno ragione alla nostra solida tradizione teatrale”.

Gli oneri dell’iniziativa saranno sostenuti dalle amministrazioni comunali, dalla comunità montana Monti Azzurri e dall’azienda Libreria Del Monte. La compagnia teatrale Valenti ha garantito l’organizzazione del progetto.

“Sono felicissima di questa esperienza stupenda che abbiamo potuto regalare ad alcune nostre classi – aggiunge Fabiola Scagnetti – e ringrazio di vero cuore tutti i ragazzi, ma soprattutto tutti i nostri insegnanti che hanno voluto mettersi a disposizione senza limiti di tempo per poter produrre due spettacoli di estrema validità. Abbiamo sperimentato una sinergia molto forte e partecipata che non mancherà di produrre benefici effetti anche dopo la chiusura del sipario”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-05-2014 alle 11:53 sul giornale del 22 maggio 2014 - 593 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, treia, Compagnia Teatrale Valenti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4zK