San Severino: in mille per 'Cammino, corro.. e la salute mi viene incontro'

24/05/2014 - Più di mille al via per la sesta edizione di “Cammino, corro… e la salute mi viene incontro”, la gara podistica non competitiva che si è corsa lungo le strade di San Severino Marche.

Impossibile tenere un conto esatto dei partecipanti anche per gli organizzatori che non si aspettavano una simile risposta da un evento che continua a calamitare l’attenzione di tantissimi studenti, giunti da mezza provincia, e che ha visto come testimonial d’eccezione il giornalista Filippo Roma, inviato di punta della trasmissione televisiva di Italia 1 “Le Iene”, e Zia Caterina, alias Caterina Bellandi, la tassista per caso di Firenze che spegne il tassametro del suo “Milano 25” per accompagnare gratuitamente in ospedale, e in giro per il capoluogo toscano, i bambini malati di tumore.

L’evento sportivo, che non aveva spirito agonistico, è servito anche per lanciare una serie di messaggi positivi contro uso e abuso di alcol e droghe. “La vostra droga quotidiana deve essere il vostro lavoro”, è stato l’appello lanciato dal giornalista Filippo Roma che ha raccontato la storia di due suoi amici uno dei quali vittima di una delle tante stragi del sabato sera e dello sballo. Toccante anche la testimonianza di Zia Caterina arrivata davanti al nastro di partenza a bordo del suo super taxi “Milano 25” dentro al quale sono saliti anche tantissimi bambini accompagnati dalle loro mamme. “Mi piace abbracciare gente come te”, ha detto Caterina Bellandi coccolando la piccola Sara, diventata subito mascotte della sesta edizione di “Cammino, corro… e la salute mi viene incontro”.

A presentare l’evento, pensato da Livio Poleti e Rodolfo Benigni, due instancabili docenti di educazione fisica che non salgono mai in cattedra ma che anche in questa edizione di questa speciale maratona hanno corso al fianco dei loro studenti, è stato lo showman Marco Moscatelli. Ospiti della cerimonia inaugurale anche il sindaco, Cesare Martini, gli assessori comunali Simona Gregori e Giampaolo Muzio, il presidente del Consiglio comunale, Ostilio Beni, il consigliere comunale Fernando Taborro, i dirigenti scolastici dell’Itis “Eustachio Divini”, Rita Traversi, dell’Ipsia “Ercole Rosa”, Francesco Mezzanotte, e dell’Istituto comprensivo “Padre Tacchi Venturi”, Sandro Luciani.

Tantissimi anche gli sportivi affezionati alla “Cammino, corro…”, che non hanno mancato di prendere parte all’edizione 2014, come il “maratoneta di Dio”, Ulderico Lambertucci, l’allenatore di calcio e cittadino onorario di San Severino Marche, Fabrizio Castori, l’assessore provinciale al Turismo, che ha un passato da gran tennista, Giovanni Torresi, il massaggiatore dei campioni, Nazzareno Rocchetti. Tutti sono stati omaggiati con la consegna di una piccola scultura realizzata dall’artista settempedano Adriano Crocenzi e dagli studenti dell’Itis. Poi “pronti, partenza e via” per più di mille partecipanti davanti ai quali, per strappare loro più di un sorriso, sono arrivati anche i “clown dottori” dell’associazione “Valigia delle Meraviglie”, guidati dallo scrittore Alberto Urcia, che stanno facendo tantissimo nei reparti di pediatria marchigiani.








Questo è un articolo pubblicato il 24-05-2014 alle 16:24 sul giornale del 26 maggio 2014 - 448 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, daniele pallotta, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4Mx