Montesi chiarisce su Rir, biogas, Cosmari e Sacci: 'Matelica non ha più bisogno di tifoserie'

Massimo Montesi 09/01/2015 - Che quattro “tifosi” ultras (preciso quattro e non naturalmente i tifosi calcistici) scrivano a getto continuo inesattezze e superficialità su Facebook, dimostrando poca conoscenza dei fatti ci potrebbe stare; dimostrerebbe animosità, attaccamento morboso alla loro causa persa.

Ma che amministratori, come l’ex sindaco e l’ex vicesindaco, contribuiscano, con interventi a getto continuo, mai precisi, superficiali e non corrispondenti a quanto accaduto e riscontrabile negli atti amministrativi, a creare confusione e tentare di ribaltare la realtà, suscita preoccupazione. E qualche riflessione.

Su tutte le vicende menzionate ed agitate come presunte fonti di incoerenza della nostra amministrazione e della nostra vicesindaco infatti, quanto raccontato dagli ex sindaco e vicesindaco non corrisponde alla realtà. Sulla vicenda biogas di Matelica, loro erano favorevoli e non hanno mai approfondito la questione e mai si sono posti preoccupazioni. La nostra amministrazione in pochi mesi, ha verificato che c’erano delle incongruenze tra progetto e autorizzazioni regionale, e attraverso un’azione concreta la centrale sarà dotata del postcombustore, previsto fin dalla sua costruzione, ma mai segnalato dalla precedente amministrazione (forse non se ne erano accorti?). Stiamo inoltre monitorando e seguendo la questione del digestato, con delle misure che andremo a prendere e con uno studio in collaborazione con l’Unicam.

Sulla vicenda Cosmari, evidentemente da amministratori non hanno mai partecipato a nessuna riunione, per non sapere che l’inceneritore Cosmari è stato chiuso nel 2013 e che non è in previsione nessuna riapertura. In pochi mesi, noi siamo entrati nel comitato ristretto dei Comuni, e insieme ad altri, abbiamo fatto ribadire formalmente dall’assemblea di tutti i sindaci, non solo l’esclusione anche in futuro della riapertura di inceneritori, ma anche abbiamo contribuito a far approvare la scelta della migliore pratica con il minor impatto ambientale per il trattamento dei rifiuti residui; che ad oggi sembra la produzione anaerobica, ma che al momento della scelta, che insieme agli altri faremo potrebbe essere confermata o migliorata. Altro che inceneritore.

Sulle Industrie Insalubri di prima classe, loro avevano approvato, la non assoggettabilità per quattro lotti, delle procedure previste di valutazione ambientale, con possibilità di insediamento di qualsiasi industria insalubre di prima classe, creando tra l’altro anche l’avvio di un procedimento di infrazione europea. Noi abbiamo annullato gli effetti di quella scelta pericolosa per l’ambiente, con la previsione specifica della valutazione ambientale per i singoli progetti che saranno presentati. Per precisare l’aspetto che riguarda anche le industrie RIR, dal solo punto di vista urbanistico, con la modifica imposta dalla Provincia nel 2013 e lo stralcio di un comma erano stati già impediti danni maggiori. Su questo rimane l’aspetto dell'opportunità di tali tipi di insediamenti, eravamo contrari e tali restiamo, possono dire la stessa cosa l’ex sindaco e l’ex vicesindaco?

Sulla vicenda Sacci infine. Intanto non è vero che ci sia collegamento diretto con le scelte che farà il Cosmari, come vorrebbero far credere. Ci sarà solo, quando sarà operativo il Piano regionale dei Rifiuti che approvi il percorso e l’utilizzo del CSS; quando lo prevederà il Piano territoriale di Ambito (che dovrà essere approvato nei prossimi anni). Ci sarà quindi eventualmente quando saranno avvenute queste cose e solo se anche il Cosmari dovesse decidere di produrre CSS; ad oggi non è all’ordine del giorno ed anzi l’orientamento comune va in senso contrario. Poi ad oggi la vicenda della trasformazione dell’impianto Sacci con alimentazione a CSS è completamente arenata con l’annullamento da parte del Tar dell’autorizzazione di trasformazione dell’impianto, per cui la discussione sulla Sacci è relativa alla messa a norma ambientale dell’impianto esistente, così come oggi è.

Cose complicate, che meritano approfondimento, applicazione e di certo non propaganda. Ma anche su questo cosa hanno fatto i precedenti sindaco e vicesindaco? Nulla. Queste sono le questioni, sulle quali come cercato molto sinteticamente di spiegare, coloro che esternano a ripetizione senza entrare nel merito, non hanno avuto molti meriti in passato. Se hanno cambiato idea e visione, scegliendo di essere come i matelicesi, dalla parte della salute e dell’ambiente, ben vengano, tutti possono migliorare, e facendo uno sforzo grande potremmo cercare di crederlo un ravvedimento sincero, ma in fatto di coerenza sarebbe meglio che evitassero la discussione. Sulla coerenza ce ne vuole a convincerci, dovranno applicarsi molto per raggiungerne una dignitosa e difficilmente si potranno confrontare con i soggetti che attaccano, dalla nostra vicesindaco a tutti noi.

Ce n’é infine un’altra di questione, che potrebbe spiegare tutto, anche la mancanza di precisione ed il tentativo di rovesciare la realtà: attacchiamo il vicesindaco, e speriamo di dividere la maggioranza. Su questo, se così fosse, stiano tranquilli, tutte le scelte fatte sono scelte condivise, dal sindaco, dalla vicesindaco, dalla Giunta e da tutta la maggioranza. Attaccando così insensatamente e con tanta inconsistenza politico amministrativa, il vicesindaco Anna Grazia Ruggeri, oltre che attaccare tutti e quindi fallire miseramente, si provocano sorrisi, per l’ingenuità politica dimostrata, inaspettata da parte di chi per quasi 40 anni ha segnato la politica matelicese e da parte di chi si vanta di essere uomo coerente e che bada al sodo. Giochi vecchi, non ci crede più nessuno, solo pochi “tifosi”, non di certo i matelicesi, e Matelica non ha più bisogno di tifoserie.


da Massimo Montesi
Assessore comunale Matelica




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-01-2015 alle 18:01 sul giornale del 10 gennaio 2015 - 1305 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica, cosmari, Massimo Montesi, biogas, sacci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adN4