Presentate a Matelica le due tappe della Tirreno Adriatico, Delpriori: "Occasione da prendere al volo"

05/03/2016 - Sono state presentate al teatro Piermarini di Matelica le tappe di domenica 13 e lunedì 14 marzo della 51esima edizione della Tirreno Adriatico.

Rispettivamente quinto e sesto appuntamento della corsa dei due mari (ultimi prima della volata finale), entrambe vedranno protagoniste il territorio dell'entroterra. Nella giornata di domenica infatti la carovana partirà da Foligno per poi attraversare le città maceratesi di Visso, Castelsantangelo sul Nera, Ussita (via Frontignano), Cupi di Visso, Pievebovigliana, Fiordimonte, Muccia, Serravalle di Chienti, Sefro, Pioraco ed infine Matelica con la salita di 7 km verso l'arrivo stabilito sul San Vicino intorno alle ore 15 e 30. Dopo quella che è stata definita la 'tappa regina' della competizione, il giorno successivo alle ore 10 la partenza è fissata invece a Castelraimondo, con il passaggio a San Severino Marche, Passo di Treia, Pollenza, Sforzacosta, Trodica, Montecosaro, Civitanova e poi giù per la costa fermana, ascolana, teramana e pescarese con l'arrivo imposto a Cepagatti.

La presentazione avvenuta al Piermarini nella mattinata di sabato, alla presenza del sindaco di Matelica Delrpiori, di Castelraimondo Marinelli, del presidente della Provincia di Macerata Antonio Pettinari, del presidente dell'Unione Montana Gian Luca Chiappa, dell'assessore regionale Angelo Sciapichetti e dei rappresentati di Coni, Rcs e Federciclismo, è stata l'occasione per ribadire l'importanza della corsa sia per gli atleti sia per l'intero territorio. Parteciperanno infatti campioni come Peter Sagan, Fabian Cancellara, Vincenzo Nibali, Domenico Pozzovivo e Diego Ulissi. Per loro sarà l'occasione di prepararsi in vista degli altri impegni della stagione, per il territorio sarà invece la possibilità di farsi pubblicità su scala mondiale. L'anno scorso, giusto per citare qualche dato, la diretta su Rai Sport e Rai 3 ha fatto registrare picchi di ascolto superiori ai 2 milioni di telespettatori (leggi). "E' un occasione da prendere al volo perché manderemo il territorio in mondovisione - ha ribadito il sindaco di Matelica - La Riserva di San Vicino sarà protagonista e vogliamo che questa cima diventi sempre più frequentata. Ci tengo a ringraziare il Comune di Castelraimondo e gli sponsor perché senza di loro nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile."

Anche il sindaco di Castelraimondo ha voluto sottolineare l'importanza dell'appuntamento come vetrina per l'entroterra: "E' dal 2010 che ci stiamo lavorando e sappiamo che queste iniziative servono a far crescere tutto il territorio quindi non bisogna fermarsi qui - ha detto - Il ciclismo è uno degli sport che è più vicino alla gente ed alla geografia del posto, per questo è e continuerà ad essere scelto come vetrina".

"Qualche risultato l'abbiamo raggiunto negli anni - ha commentato Chiappa - dobbiamo assolutamente ringraziare gli sponsor che ci sostengono perché la loro è volontà di contribuire nell'avanzamento del territorio e non solo per benefici derivanti dalla pubblicità." Sulla stessa linea d'onda, ma a livello più istituzionale, anche il pensiero dell'assessore Sciapichetti: "Le istituzioni devono fare la loro parte per il rilancio di questo territorio unico al mondo. Abbiamo bisogno di visibilità perché siamo una regione da 1 milione e mezzo di abitanti e già dall'anno prossimo potremo usufruire di oltre 1 miliardo di euro di fondi europei. Per l'entroterra questo passaggio è fondamentale."

Un sogno che stiamo per vivere, è invece la visione del presidente della Provincia Pettinari che ha ribadito come l'unione di intenti di Comuni, Provincia e Unione Montana abbia dato i suoi frutti con la sistemazione delle strade attraverso le risorse condivise a disposizione. Due gli interventi principali sull'asse viario in vista della competizione: il primo sul tratto tra Sefro e Montelago ed il secondo proprio sulla strada verso il monte San Vicino.

San Vicino che sarà quindi protagonista assoluto: per gli esperti si tratta infatti della salita fondamentale di tutta la Tirreno Adriatico. Chi riuscirà ad ottenere la maglia più ambita al termine della gara di domenica 13 marzo, sarà anche probabilmente colui che vincerà l'intera competizione. Per l'occasione la corsa dei due mari sarà trasmessa in diretta prima su Rai Sport poi su Rai 3. Le riprese inizieranno al traguardo volante di Serravalle di Chienti e proseguiranno per i successivi 51 km fino all'ultima salita sulle cime del San Vicino. "Rcs sta investendo moltissimo su questa corsa - ha spiegato Peruzzi, uno degli organizzatori proprio del gruppo Rcs - la presenza di importanti ciclisti testimonia la rilevanza della Tirreno Adriatico. La tappa Foligno - San Vicino sarà senza dubbio la regina, ci sarà un dislivello tosto di 4000 metri e sono sicuro che vincerà senza dubbio il migliore. Sono sicuro però che vinceranno anche le città di Matelica e Castelraimondo."








Questo è un articolo pubblicato il 05-03-2016 alle 12:22 sul giornale del 07 marzo 2016 - 1617 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, castelraimondo, Tirreno Adriatico, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auuz