Farmacisti 'in saldo' a Camerino, c'è chi protesta: "Tipologia di assunzione squalificante"

14/03/2016 - 2016 eppure ancora oggi si sente parlare di asta al ribasso. Questa volta però non si tratta di immobili o ditte appaltatrici bensì di tariffe orarie per professionisti farmacisti.

La farmacia comunale di Camerino ha istituito anche questo anno un concorso che prevede quale requisito ai fini della selezione l'offerta di onorario più vantaggiosa. Il Comune di Camerino - Settore Finanziario, intende costituire un elenco di farmacisti professionisti (ALBO) di durata biennale (periodo 01.04.2016 – 31.03.2018) cui attingere. La prestazione consiste nell'integrazione del servizio di funzionamento della farmacia comunale. L’amministrazione comunale attingerà da tale elenco solo ed esclusivamente in caso di necessità ed urgenza e per il numero di ore necessarie all’espletamento del servizio e tenendo conto, sempre e comunque, del corrispettivo più vantaggioso offerto dai professionisti.

Il criterio decisionale in base al quale si opererà la scelta sarà quindi solo ed esclusivamente quello del salario più basso. Questa soluzione stride decisamente con l'elevata professionalità della figura richiesta, a maggior ragione considerando che proprio a Camerino si trova, tra le altre, la facoltà di Farmacia. Chissà se all'inizio dell'anno accademico i professori illustreranno agli studenti un futuro fatto di assunzioni al ribasso e prostituzione professionale.

Ora, questa tipologia di assunzione, seppur squalificante, è permessa dalla legge, e secondo molti potrebbe trovar ragione d'essere nella strenuante politica di riduzione costi delle pubbliche amministrazioni che da qualche anno sta attanagliando il paese. Non si capisce però come mai questo meccanismo abbia colpito solo questa posizione, senza scalfire invece le altre. Allo stato dei fatti, visto che questa sembra ormai la strada intrapresa (siamo già al secondo concorso in 3 anni), ci si augurerebbe almeno che la stessa logica fosse applicata a tutte le future assunzioni.

Camerino dovrebbe così pubblicare un concorso al ribasso anche per l'addetto stampa, per il geometra comunale come anche per il segretario. Oltre al risparmio per le casse comunali, si otterrebbe in questo modo anche un ampio ritorno pubblicitario: Camerino sarebbe il primo comune ad amministrazione volontaria, una sorta di schiavitù 2.0 che attirerebbe turisti da tutto il mondo.

Al fine di salvaguardare la dignità dei professionisti e l’immagine dell’Università di Camerino, abbiamo mandato una nota all’Ordine dei farmacisti della provincia di Macerata, all’Università di Camerino e all’Assofarm (associazione delle farmacie comunali).

Firmato da:
Dottoressa Annalisa Lebboroni
Dottor Andrea Caprodossi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2016 alle 11:27 sul giornale del 15 marzo 2016 - 7641 letture

In questo articolo si parla di politica, camerino, pd, farmacia, caprodossi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auNA