La Pinacoteca di San Severino diventa multimediale e abbatte le barriere architettoniche

14/03/2016 - Via ad ogni barriera architettonica e spazio alla multimedialità. La Pinacoteca civica “Padre Tacchi Venturi” di San Severino Marche si appresta a presentarsi nella sua rinnovata veste.

La cerimonia del taglio del nastro, che saluterà il riallestimento generale ma anche i nuovi percorsi dedicati all’arte del Barocco, è prevista per sabato 19 marzo alla presenza, fra gli altri, del direttore dei Musei Vaticani, Antonio Paolucci, fra i maggiori storici dell’arte in Italia e già ministro per i Beni Culturali e Ambientali oltre che soprintendente per il Polo Museale Fiorentino.

L’appuntamento è per le ore 16 al teatro Feronia, in piazza Del Popolo, dove Paolucci terrà una lectio magistralis dopo i saluti del sindaco, Cesare Martini, dell’assessore comunale allo Sviluppo Culturale, Simona Gregori, del segretario della commissione Cultura presso la Camera dei Deputati, Irene Manzi, del direttore unico dei Musei arcidiocesani, Pierluigi Falaschi, del vicario foraneo dell’Arcidiocesi di Camerino – San Severino Marche, Aldo Romagnoli. Previsti poi gli interventi di Luca Maria Cristini, progettista dei lavori, e di Alessandro Marchi, direttore scientifico dell’allestimento. A seguire il trasferimento nella sede della Pinacoteca, in via Salimbeni 39.

“Insieme al vasto progetto di ammodernamento che ha interessato la Pinacoteca – spiega l’assessore comunale allo Sviluppo Culturale, Simona Gregori – con i fondi messi a disposizione dal Comune e con quelli comunitari erogati dal Gal Sibilla, nell’ambito del Psr Marche 2007-2013 Asse 4, abbiamo anche portato a termine opere per l’abbattimento delle barriere architettoniche al piano terra della struttura che ospita la preziosa raccolta d’arte mediante l’inserimento di rampe per superare i dislivelli esterni ed interni. Inoltre, grazie al progetto Pit della Regione Marche, del Sistema Museale della Provincia di Macerata e dell’Unione Montana di San Severino Marche, abbiamo realizzato dei percorsi e dei contenuti multimediali per arricchire la visita anche mediate utilizzo di tablet, smartphone e touch screen. Sempre in collaborazione con il Sistema Museale, e avvalendoci del supporto del Museo tattile Omero, abbiamo realizzato percorsi tattili e delle schede braille dedicati alle persone ipovedenti. Abbiamo anche allestito una sala multimediale per effettuare briefing per gruppi e scolaresche, spazio del quale la struttura museale attualmente era completamente sprovvista e nel quale è stata installata un’apparecchiatura multimediale completa. Finalmente, poi, l’intero complesso espositivo è stato dotato di un sistema di video sorveglianza a circuito chiuso con registrazione degli eventi al fine di incrementare la sicurezza del patrimonio conservato al suo interno e di un sistema wi-fi con hot spot in tutte le sale del percorso museale. Infine – aggiunge l’assessore Gregori - in tema di contenimento energetico, tutto il complesso museale è stato dotato di nuove lampade ad alta efficienza energetica che abbattono significativamente i consumi elettrici e di nuovi elementi radianti che migliorano le prestazioni dell’impianto termico”.

(sotto le foto dei lavori, clicca sulle immagini per ingrandire)








Questo è un articolo pubblicato il 14-03-2016 alle 13:49 sul giornale del 15 marzo 2016 - 653 letture

In questo articolo si parla di cultura, san severino marche, pinacoteca, daniele pallotta, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auNU