Settimana del cervello: a San Severino protagonista Bartolomeo Eustachio

16/03/2016 - In occasione della “Settimana Mondiale del Cervello” il Comune di San Severino Marche dedica un incontro di studi a Bartolomeo Eustachio, anatomista italiano nato in città nel Cinquecento, teorico dello studio della tuba auditiva destra, ricordata tutt’oggi come la “Tromba di Eustachio”.

Il noto studioso individuò inoltre le valvole coronarie, precisò ulteriormente la struttura di alcune ossa craniche, cercò di determinare la struttura dei reni e dei denti e descrisse per la prima volta le ghiandole surrenali. Fu, inoltre, il primo scopritore della vena alba, ora dotto toracico.

L’iniziativa si terrà venerdì 18 marzo, a partire dalle ore 9, al teatro Italia. Dopo i saluti del sindaco di San Severino Marche, Cesare Martini, del direttore dell’Area Vasta 3 dell’Asur Marche, Alessandro Maccioni, e del rettore dell’Università degli Studi di Camerino, Flavio Corradini, il prof. Dino Jajani presenterà una relazione introduttiva dal titolo: “Alle radici della civiltà moderna”. Seguiranno gli interventi del prof. Francesco Amenta, direttore della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Proditti della Salute dell’Università degli Studi di Camerino dal titolo “Precursore delle moderne neuroscienze” e del dott. Marco Bartolini, dirigente medico della Clinica Neurologica dell’Università Politecnica delle Marche su “Come funziona il cervello”. Modererà i lavori il vice sindaco e assessore comunale alla Sanità, Vincenzo Felicioli.

La “Settimana del Cervello” è una ricorrenza annuale dedicata a sollecitare la pubblica consapevolezza nei confronti della ricerca sul cervello (leggi). Coordinata dalla European Dana Alliance for the Brain in Europa e dalla Dana Alliance for Brain Initiatives negli Stati Uniti, la Settimana del Cervello è il frutto di un enorme coordinamento internazionale cui partecipano le Società Neuroscientifiche di tutto il mondo, e a cui, dall’edizione 2010, hanno aderito anche la Società Italiana di Neurologia e la European Accademy of Neurology. L’argomento selezionato per l’edizione 2016 è “Il tempo è cervello”. E’ infatti ampiamente documentato come l’approccio urgente alle malattie del cervello ad esordio acuto limiti i danni; oltre a ciò, è evidente che la diagnosi precoce delle malattie neurologiche consente di risparmiare sofferenza e disabilità; infine, un trattamento appropriato e tempestivo dei danni evolutivi del cervello nelle varie fasi della malattia prolunga l’autonomia del paziente, limitando le conseguenze individuali e sociali di tali condizioni.





Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2016 alle 15:20 sul giornale del 17 marzo 2016 - 600 letture

In questo articolo si parla di cultura, san severino marche, daniele pallotta, articolo, bartolomeo eustachio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auTf