Recuperate tre campane da Santa Maria in Via e una tela di Pellegrino da San Francesco

16/06/2017 - Triplo recupero a Camerino e Gagliole dell'unità di crisi regionale dei beni culturali insieme ai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale.

A Gagliole, presso l'Eremo di Madonna delle Macchie, sono stati messi in sicurezza diversi oggetti storico-artistici tra cui una preziosa tavola del XV secolo raffigurante la Madonna che allatta il Bambino (detta anche appunto Madonna delle Macchie). Questa opera era stata rubata negli anni '60 e recuperata alcuni anni dopo a Civitavecchia.

A Camerino invece doppio intervento presso la chiesa di Santa Maria in Via ed a San Francesco. Nella prima struttura sono state recuperate tre campane risalenti al 1771 ed al 1618. La quarta era stata recuperata a dicembre. Nonostante il crollo totale del campanile,  sulle quattro campane sono state rinvenute solo lievi scalfiture e ciò significa che potranno tornare a suonare nella futura torre.

Nella chiesa di San Francesco invece è stata messa al sicuro l'imponente tela de La Madonna del Rosario, attribuita al pittore Antonio Pellegrino e datata 1620. L'opera, 4 metri per 3 metri, è stata portata in salvo con molta difficoltà e grazie l'aiuto di un mezzo pesante messo a disposizione gratuitamente dalla ditta Alessandrini. Nella stessa chiesa è stato anche recuperato un altro importante dipinto del '600.


di Grazia Tuderi
redazione@viverecamerino.it






Questo è un articolo pubblicato il 16-06-2017 alle 13:18 sul giornale del 17 giugno 2017 - 808 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, camerino, gagliole, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKo0