Al monastero di Colpersito di San Severino la festa del Perdono (foto)

10/08/2017 - Rinnovata anche quest’anno dai frati cappuccini di Colpersito, a San Severino Marche, la tradizionale celebrazione francescana del Perdono di Assisi.

All’origine della ricorrenza c’è un episodio della vita di san Francesco: una notte del 1216 il santo era immerso nella preghiera alla Porziuncola. All’improvviso entrò una luce fortissima e Francesco vide sopra l’altare il Cristo e, alla sua destra, la Madonna e gli Angeli. Gli chiesero che cosa desiderasse per la salvezza delle anime. La risposta fu immediata: “Santissimo Padre, benché io sia misero e peccatore - rispose Francesco - ti prego di concedere ampio e generoso perdono”.

Da allora ogni anno il 2 agosto si celebra la Festa del Perdono a Santa Maria degli Angeli ma anche in tutte le parrocchie e le chiese francescane. Le celebrazioni hanno avuto l’evento principale nella funzione eucaristica celebrata da padre Marzio Calletti, ministro provinciale dei Cappuccini delle Marche, al termine della quale c’è stato il tradizionale lancio in aria dei palloncini colorati. Subito dopo si è tenuto, all’interno del monastero, un pranzo sociale con il padre guardiano, padre Aurelio Pela, i confratelli e padre Pierino Valenti.

Anche il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, ha voluto essere presente alla giornata conclusiva della Festa del Perdono insieme ad altre autorità fra cui il comandante della locale stazione dei Carabinieri e a quello dei Carabinieri Forestali. Con loro anche il coordinatore dei volontari del Gruppo comunale di Protezione Civile, Dino Marinelli.

(foto di Studio Serini, clicca sulle immagini per ingrandire)







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2017 alle 13:12 sul giornale del 11 agosto 2017 - 1323 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche, colpersito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aL6F