Da Giobbe Covatta al gospel natalizio: ecco la nuova stagione teatrale del Piermarini di Matelica

11/10/2017 - Il Teatro Piermarini di Matelica propone una nuova, ricca e prestigiosa stagione di spettacolo dal vivo, che offre al pubblico un’esperienza completa e diversificata tra testi classici, grandi interpreti di caratura nazionale, recital e musica per tutti i palati – dall’attesissimo gospel natalizio alla musica classica e barocca, passando per rock e blues – con una nuova sezione dedicata alla danza e senza tralasciare le esperienze maturate sul territorio e le proposte di teatro ragazzi.

Il cartellone – promosso dal Comune di Matelica Assessorato alla Cultura e dall’AMAT con il contributo di Regione Marche e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – presenta un programma esteso e variegato, che da novembre ad aprile è in grado di soddisfare i gusti di ogni tipo di spettatore e che conferma il Teatro Piermarini come un luogo aperto alla città e a tutte le sensibilità presenti in essa.

“La musica, così come il vino, è un linguaggio internazionale, che intesse dialoghi e costituisce amicizie”. Con questo incipit Cinzia Pennesi Assessora Cultura e Turismo brinda alla nuova stagione teatrale che quest’anno festeggia il Verdicchio nel cinquantennale dal riconoscimento della DOC. “Prosa, musica, danza, teatro ragazzi e concerti sui cuscini sono nel ricco cartellone che anche quest’anno ci impegniamo a realizzare con una proposta di spettacoli varia e interessante” che produce “una sinergia tra eccellenze che si incontrano nella piacevolezza di un Teatro innovativo e soprattutto vivo”.

La stagione 2017/2018 conferma i due tradizionali percorsi in abbonamento PROSA e CONCERTI, composti ciascuno da 5 spettacoli.

La sezione PROSA si inaugura il 24 novembre con Ferocia, un arabesco pulsante di “necessità e urgenza di parlare”, proposto in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne; sale sul palcoscenico del Piermarini il 2 dicembre l’amatissimo Ascanio Celestini con il suo nuovo spettacolo, Pueblo, una potente e profonda analisi della condizione umana di oggi. Il 19 dicembre il grande Saverio Marconi e Gabriela Eleonori tornano a confrontarsi con un testo di Eric Emmanuel Schmitt, Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, una narrazione intima e che parla negli occhi agli spettatori, alla ricerca delle nostre radici comuni. Il primo appuntamento della sezione PROSA del nuovo anno è con un grande interprete della scena italiana, Giobbe Covatta, che il 18 gennaio porta in scena La Divina Commediola, una personale versione dell’opera dantesca che, con la consueta ironia spassosa del comico napoletano, affronta il tema dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Chiude il 3 febbraio la stagione di prosa in abbonamento l’omaggio a Luigi Pirandello, nel 150esimo anniversario della sua nascita, Uno nessuno centomila, con l’abile Enrico Lo Verso, che mette in scena un contemporaneo Vitangelo Moscarda, l’uomo “senza tempo”.

La sezione CONCERTI, in abbonamento, prende il via il 26 dicembre con l’amatissimo concerto gospel di Natale: quest’anno sul palcoscenico del Piermarini sale il sestetto The Followers of Christ, proveniente dalla South Carolina e capace di rendere ogni canzone qualcosa di “speciale” e indimenticabile. Il 13 gennaio si rinnova l’omaggio al repertorio lirico, questa volta con la Madama Butterfly di Puccini, che rivive sul palcoscenico in un concerto per soprano, tenore, baritono, mezzo soprano e pianoforte. La proposta musicale in abbonamento prosegue il 27 gennaio con il concerto di Ryoma Takagi, giovane e promettente pianista giapponese, che propone un programma impegnativo e bellissimo da Beethoven a Schumann. Il 16 febbraio la FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana offre al pubblico del Piermarini una prestigiosa occasione di incontro con il grande repertorio classico. Chiude la sezione CONCERTI il 22 aprile Segni barocchi, un percorso nella musica barocca a cura del Chordis Trio, che propone creazioni di Pergolesi, Vivaldi, Haydn, Richter e altri ancora.

La proposta musicale del Teatro Piermarini è completata da alcuni appuntamenti fuori abbonamento: un concerto il 24 febbraio dell’Orchestra del Conservatorio Bruno Maderna di Cesena, i Concerti sui cuscini da marzo a maggio e due appuntamenti della sezione MATELICA FESTIVAL JAZZ&WINE; il 10 marzo sale sul palcoscenico Neil Zaza, guitar hero statunitense capace di combinare la potenza del rock con melodie coinvolgenti e ballate piene di sentimento, il 17 marzo è la volta di James & Black, le cui radici musicali affondano nel gospel e nel southern soul, che propongono un originale mix di soul, New Orleans, rhythm’n’blues e jazz, al servizio di due voci straordinarie.

La sezione fuori abbonamento ALTRI PERCORSI si inaugura il 10 febbraio con Bevo il vin cogli occhi poi..., uno spettacolo di RuvidoTeatro liberamente ispirato a La Locandiera di Goldoni, per una trasposizione che sottolinea alcuni degli aspetti della divertente commedia goldoniana legati al cibo e in particolare al vino; il 24 marzo RuvidoTeatro presenta la sua nuova produzione, In Terra, uno spettacolo incentrato sul tema del terremoto e in particolare sull’approccio che hanno i bambini a questo terribile evento. Chiude la sezione ALTRI PERCORSI il 7 aprile il recital … In arte Totò, un omaggio della brava Clara Galante alla persona e al personaggio che ha segnato la storia dello spettacolo italiano.

Novità assoluta della stagione del Piermarini è la sezione dedicata alla DANZA, con due appuntamenti di grande qualità: il 18 novembre la Flush Dance Company presenta Giornale per donna, uno spettacolo che mette in risalto l’universo femminile con coreografie e regia di Federico Ruiz; Traviata della Compagnia Artemis Danza diretta da Monica Casadei completa il cartellone il 4 marzo: uno spettacolo su musiche di Giuseppe Verdi molto femminile, nella quale la partita si gioca sull’esplodere di un’energia fisica di dolore, specchio dell’anima.

Anche per la stagione 2017/2018 viene riproposta la sezione dedicata ai più giovani, A TEATRO COME I GRANDI, con due titoli: Vita da gatto! di Ferruccio Filipazzi il 14 gennaio e Ruvido Teatro, che porta in scena Il circo… o quasi l’11 marzo. Il foyer “Verdicchio di Matelica” sarà ancora contenitore prezioso di una serie di iniziative che prenderanno il via nei prossimi mesi: incontri con l'autore, reading e musica da camera, degustazioni e corsi sommelier, after show e tanto altro ancora. Rinnovi abbonamenti dal 26 al 30 ottobre. Nuovi abbonamenti dal 2 al 6 e 10-11 novembre. Biglietti in vendita dal 13 novembre. Biglietteria Teatro Piermarini T 0737 85088. Inizio spettacoli ore 21.15; a teatro come i grandi ore 17.


da AMAT
Asociazione Marchigiana Attività Teatrali
 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2017 alle 15:45 sul giornale del 12 ottobre 2017 - 1430 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, matelica, amat, Associazione Marchigiana per le Attività Teatrali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNRQ