Pasqui a Montecitorio insieme a circa 600 sindaci: "Non chiediamo di sopravvivere, ma di rivivere"

13/11/2017 - Camera dei Deputati piena di fasce tricolori per l'incontro 'Le città del futuro' coordinato dall'Anci e dalla Presidente della Camera Laura Boldrini.

Tra i tanti primi cittadini, anche molti sindaci del maceratese, tra cui Gianluca Pasqui di Camerino che è intervenuto per parlare del post sisma. L'evento è stato trasmesso in diretta tv prima da Rai 2 poi da Rai 3. "Non nascondo una certa emozione a parlare, oggi, in questo luogo che è culla di storia e davanti ad un così illustre uditorio - ha esordito Pasqui - Non nascondo nemmeno, tuttavia, che l’emozione è inferiore rispetto al senso di gratitudine che sto provando. Una gratitudine figlia della consapevolezza di quanto in questo anno tremendo passato dal sisma del 2016, siano state poche le occasioni in cui ad un sindaco di una delle città più colpite è stata concessa l’opportunità di raccontare un percorso, piuttosto che tracciare un triste bilancio. In questa fascia tricolore deve esserci congiunzione tra istituzioni e cittadini e noi tutti colpiti dal terremoto chiediamo di rivivere, non di sopravvivere."

La parola chiave dell'intervento è stata il termine rigenerazione. "In questa parola c'è molto delle nostre comunità. La ricostruzione è parte della rigenerazione - ha proseguito il sindaco di Camerino - Per qualità noi intendiamo sicurezza e bellezza, ma vanno sempre tenute a mente tempestività e trasparenza. Camerino su questo saprà farsi interprete di tutto il cratere".

Pasqui ha poi citato i numeri del post terremoto nella sua città, definendoli "numeri di guerra" ed aggiungendo che "si poteva fare di più e meglio, ma ogni giorno ci siamo scontrati con la burocrazia. Irrispettoso inoltre che si commettano errori che ci obbligano a ricostruire ogni 20 anni".

"Più di seicento sindache e sindaci d’Italia, con le loro belle fasce tricolore, oggi hanno riempito l’aula di Montecitorio per parlare delle città del futuro, dei progetti innovativi avviati ma anche di quello che serve per uscire dalla crisi - ha scritto invece sulla sua pagina Facebook Laura Boldrini - E' la terza volta in questa legislatura che, insieme all’Anci, organizziamo un confronto con tanti primi cittadini, provenienti dal nord e dal sud del Paese, di diverse sensibilità politiche, in rappresentanza di comunità piccole e grandi. Un appuntamento che ho voluto fortemente, proprio nel momento in cui il Parlamento si appresta a discutere la legge di bilancio, perché loro sono l’avamposto delle istituzioni nel territorio e hanno bisogno di risposte per potere fare fronte ai bisogni dei cittadini. "Il futuro - come diceva una grande donna, Eleonora Roosevelt - appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni". E il primo compito della politica e delle istituzioni è affermare il diritto a stare bene tutti e a dare corpo alle speranze e ai desideri delle persone."







Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2017 alle 12:22 sul giornale del 14 novembre 2017 - 1725 letture

In questo articolo si parla di politica, camerino, pasqui, montecitorio, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aORK