Pievebovigliana: il ricordo di Gianni Gioia Lobbia

04/12/2017 - Il Centro Turistico Giovanile “Vallesina”, con il patrocinio del Comune di San Severino Marche e la collaborazione della Pro Loco settempedana e della Scuola Musicale di Jesi, organizza uno spettacolo in tre tempi realizzato con i contributi del 5 X mille il cui ricavato verrà interamente devoluto per la ricostruzione del cinema San Paolo danneggiato dalle scosse di terremoto.

Il Cinema San Paolo di San Severino fu gestito per tanti anni da Gianni Gioia Lobbia (nella foto), un pieveboviglianese di grande spessore umano e culturale ed anche un fraterno amico di molti di noi. Lo vogliamo ricordare, a 1 anno dalla scomparsa, per la passione che Gianni ebbe per il cinema, una vero e proprio amore che scattò in lui quando Giovanni Bonelli gli regalò uno dei primi proiettori a formato ridotto con molte delle pellicole (allora ancora in formato 9,5m/m) che negli anni ’60 andavano per la maggiore.

Educò al cinema una miriade di pieveboviglianesi nel teatro Marchetti, locale che fu appositamente attrezzato per le proiezioni per passare poi appunto alla gestione con grande successo della sala cinematografica San Paolo di San Severino.

Molti ricordano ancora Gianni che al capolinea della S.A.U.M. di Pievebovigliana attendeva l’arrivo settimanale delle “pizze” in 16 millimetri di films, che allora si snodavano anche in tre tempi. La televisione di allora era ai primi passi e il cinema costituiva un passatempo di grande richiamo. Un uomo, Gianni Gioia Lobbia, mai stanco di scoprire le novità e vero motore di iniziative di successo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2017 alle 14:32 sul giornale del 05 dicembre 2017 - 1292 letture

In questo articolo si parla di cultura, Pievebovigliana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPzx