Lezioni sul web all'Ipsia di Camerino

07/12/2017 - Nell’era di internet e dei nativi digitali navigare nella rete è diventata un’attività abituale, che ha ormai sostituito la tradizionale ricerca bibliografica, data dalla consultazioni di testi e enciclopedie.

Oggi con un semplice clic possiamo collegarci al mondo intero, viaggiare nei cataloghi delle più grandi biblioteche italiane ed estere, reperire notizie dai più disparati giornali, essere informati in tempo reale su tutto ciò che accade nei paesi del nostro pianeta. Di certo navigare nell’immensità delle acque di un oceano comporta molti più pericoli del tranquillo periplo intorno ai testi, dove la fonte è certa e l’autorevolezza facilmente verificabile. Ecco allora la necessità di una bussola, una guida sicura che possa aiutare ad orientare nel vasto mare delle informazioni e allontanare dal rischio di perdersi o di prendere la direzione non corretta.

Un valido aiuto può venire da chi della ricerca ha fatto il suo mestiere e possiede tutti quegli strumenti, sconosciuti a chi si avvicina a questo mondo con gli occhi del navigatore inesperto. L’invito quindi, rivolto alle scuole nella giornata di Educational del 7 settembre 2017, è stato subito accolto dall’IPSIA G. Ercoli di Camerino, che venerdì primo dicembre, ha svolto una delle attività, organizzate dal Sistema Bibliotecario dell’Ateneo di Camerino, “Non si esce in mare senza la bussola”. Un laboratorio che ha fatto conoscere ai ragazzi gli strumenti fondamentali di una ricerca documentale in formato digitale (cataloghi online, banche dati, enciclopedie) e ha insegnato loro a verificare l’attendibilità di un’informazione veicolata in Rete attraverso indicatori di qualità.

Una particolare attenzione è stata rivolta alla scelta di uno stile di citazione corretto per le risorse recuperate via web. I ragazzi vi hanno trovato un reale aiuto per lo svolgimento della tesina di fine corso. Il ringraziamento della scuola va all’Università di Camerino che ha stabilito questo interessante contatto con le Scuole Superiori, al Sistema Bibliotecario dell’Ateneo, che ne ha reso possibile la realizzazione e alla dott.ssa Clementina Fraticelli, che per un’intera mattinata è stata la guida esperta e l’affidabile bussola nella navigazione del vasto mare della ricerca documentale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2017 alle 11:23 sul giornale del 09 dicembre 2017 - 1039 letture

In questo articolo si parla di cultura, camerino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPFB