Giusy, angelo in cielo per Matelica. La famiglia: "Esperienza terribile, ma abbiamo conosciuto persone speciali"

2' di lettura 14/12/2017 - Non se ne va la nuvola di dolore e commozione dal cielo sopra Matelica.

Un angelo è volato in paradiso troppo presto, a soli 25 anni, a causa di una malattia rarissima. Si tratta di Giusy Bartilotta, ragazza dal sorriso indimenticabile e dagli occhi azzurro oceano. In tanti si sono ritrovati martedì pomeriggio nella cattedrale di Santa Maria per l'ultimo saluto. Talmente tanti che la chiesa non è riuscita a contenerli tutti.

A questo proposito la famiglia ci teneva a ringraziare diverse persone, a partire dai medici che hanno avuto in cura Giusy in questi 4 anni, i dottori Giovanni Pomponio e Marco Bartolini, rispettivamente della clinica medica e del reparto di neurologia di Torrette. "Giusy li chiamava zio Pomponio e zio Bartolini" ricorda la mamma Nadia, che a sua volta ringrazia i figli Jessica, Giorgia, Nico e Matteo ed il suo datore di lavoro, Urbano Urbani dell'Airforce di Fabriano. "Tante persone ci sono state vicine, ma Urbano in maniera speciale - spiega Nadia - Nonostante i mille impegni è sempre venuto in ospedale a trovare Giusy, ci è stato accanto come uno di famiglia. Appena ha saputo della sua morte si è precipitato a Torrette ed a nome dell'Airforce ha anche voluto pagare le spese dei funerali. Un gesto spontaneo che ci ha lasciato veramente senza parole".

Tra chi è stato più vicino a Giusy fino all'ultimo anche il ragazzo Riccardo. "Ha fatto su e giù mille volte per stargli vicino - prosegue la mamma Nadia - Glielo abbiamo già detto, ma ci teniamo a ripeterlo: casa nostra per lui sarà sempre aperta e lo aspettiamo volentieri quando vuole. Tra lui e mia figlia c'era un amore vero".

A ringraziare le tante persone che in questi giorni sono state vicine alla famiglia ed hanno riempito i social con i loro messaggi per Giusy, anche la sorella Jessica. "E' stata un' esperienza terribile che però ci ha portato a conoscere tante persone speciali" conclude.






Questo è un articolo pubblicato il 14-12-2017 alle 11:00 sul giornale del 15 dicembre 2017 - 6540 letture

In questo articolo si parla di cronaca, matelica, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPQH