Monte Cavallo ha un nuovo municipio, il sindaco denuncia i ritardi: "Lavori commissionati un anno fa all'Anas"

16/12/2017 - Inaugurazioni importanti nell’entroterra maceratese martoriato dal sisma. Dopo aver sistemato i propri abitanti, anche l’amministrazione comunale di Monte Cavallo ha trovato finalmente una nuova soluzione, più adeguata, fruibile e pratica, oltre che sicura e forte.

Nella tarda mattinata di sabato è stata infatti inaugurata la nuova sede del Comune, che si è trasferita di pochi metri, da quella provvisoria nel container, ad una casa in legno, realizzata nella piazza principale accanto alle altre soluzioni abitative. Ogni amministratore, a partire dal sindaco Pietro Cecoli, ha così trovato una propria stanza per gestire al meglio il proprio lavoro. La struttura, di 90 metri quadri , è stata realizzata in piazza Caduti di Nassiriya in poco più di una settimana dalla ditta Edillegno di Treviso, leader nel settore.

Alla sobria cerimonia inaugurale sono intervenuti il governatore delle Marche Ceriscioli ed altri esponenti. Per la piccola comunità di Monte Cavallo un altro passo importante per riprendere la normalità anche nella gestione dei servizi al cittadino. “Finalmente abbiamo dei locali idonei – dice il sindaco Pietro Cecoli – per far lavorare ed ospitare le persone che verranno qui per le proprie esigenze. E' una struttura molto accogliente, decente e dove gli impiegati potranno lavorare in modo consono, contrariamente a prima quando eravamo su un container, con spazi ristretti ed anche da vedere era una cosa avvilente”.

Nel piccolissimo centro montano, le strutture in legno sono cresciute a vista d’occhio, c’è un nuovo paese accanto a quello originale. “Per la ricostruzione a Monte Cavallo – continua il sindaco – al momento è partita solo una classe B. Quindi speriamo che a breve ne partiranno altre e stiamo arrancando un po’ sui lavori pubblici, perché abbiamo commissionato all’Anas ed ancora deve approvare il progetto. E’ da dicembre che abbiamo commissionato i lavori, e non immaginavo mai che ad un anno di distanza non fossero ancora iniziati. Si sta perdendo troppo tempo e non ci aspettavamo queste lungaggini, specialmente da un’azienda strutturata come l’ANAS”.

Va sicuramente meglio la sistemazione degli abitanti nelle Sae. “Incrociando le dita, sembra che va tutto bene – conclude Cecoli – perché rispetto ad altre situazioni, non abbiamo avuto nessun problema strutturale e accessoriale. Nessun problema con i boiler per il riscaldamento. Le nostre strutture hanno montato boiler Ariston e per ora tutto va per il meglio”.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 16-12-2017 alle 15:50 sul giornale del 18 dicembre 2017 - 2110 letture

In questo articolo si parla di attualità, angelo ubaldi, Monte Cavallo, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPXC