Da Esanatoglia parte il progetto teatrale 'In Terra'

esanatoglia 15/01/2018 - Dopo il terremoto di un anno fa, abbiamo di fronte un territorio che ha perso l’identità, il sostentamento economico, e le certezze sul futuro.

In questa situazione le fasce meno protette e a rischio, come bambini e minori, hanno subito un forte trauma psicologico, avendo messo in crisi le certezze di vita come la casa, i rapporti sociali e il territorio di appartenenza. La motivazione che ci spinge a intervenire è quella di operare per la ricostruzione di un’identità socioculturale e psicofisica, in un territorio devastato nelle cose e nelle persone.

Su questa realtà abbiamo costruito un progetto, voluto dal capofila comune di Esanatoglia, ideato e realizzato dalla compagnia Ruvidoteatro e sostenuto dalla Regione Marche e dal MiBACT Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con questi obbiettivi: creare una filiera di spazi collegati ad eventi culturali da attivare con i bambini e i ragazzi, per un confronto attraverso alcuni momenti artistici che stimolino un percorso verso la socialità, il ritrovarsi, la normalità; ricostruire un tessuto di relazioni e stimoli per uscire dalla confusione e immobilismo della crescita culturale e sociale del territorio; attivare un processo che attinga alla capacità resiliente della comunità, attraverso lo stimolo culturale di una serie di proposte ad ampio spettro, per una ricostruzione affettiva, di stabilità, di creatività esperienziale in funzione di una crescita psicologica e sociale attiva; si è sviluppata cosi l’idea di “In terra”, progetto di teatro, laboratori e workshop per il territorio di 8 comuni del cratere (Esanatoglia, Gagliole, Castelraimondo, Sefro, Pioraco, Muccia, Serravalle di Chienti, Ussita).

Coinvolgendo tutte le scuole dell’obbligo presenti nei comuni sopracitati, si è creata una rete di trasporti, in collaborazione con Contram di Camerino, per permettere agli alunni di raggiungere il teatro di riferimento durante la programmazione delle rappresentazioni. Gli spettacoli durante il progetto saranno 11 e sono stati scelti sulla base di contenuti e poetiche inerenti alle tematiche di crescita e le incidenze traumatiche dovute al terremoto.

Affiancata alla stagione teatrale verrà avviato un percorso di laboratorio teatrale per le scuole elementari, con alcuni interventi sui comuni particolarmente colpiti dal terremoto. Il laboratorio affronterà le tematiche legate all’evento traumatico subito, favorendo e stimolando azioni capaci di esorcizzare le problematiche emerse durante questo periodo di difficile sopravvivenza con le proprie paure.

Sarà avviato infine un laboratorio incontro con Sonia Basilico, esperta di progetti speciali, nei centri per il recupero alla relazione sociale per bambini e famiglie, rivolto agli insegnanti, con riferimenti ai temi del recupero e ritorno alla normalità per i bambini del territorio colpito dal terremoto.

"Con grande soddisfazione - commenta il sindaco di Esanatoglia - in questi prossimi giorni inizieranno le attività previste nel progetto "IN TERRA", progetto Teatrale, con rappresentazioni dedicate e laboratori, rivolto all'infanzia ed ai ragazzi per la rinascita del territorio dell'Alto Maceratese dopo gli eventi sismici, finanziato con le azioni di sostegno della Regione Marche e MIBACT, alle popolazioni colpite dal sisma 2016. Il progetto, ideato e sviluppato dal Ruvidoteatro, che ringraziamo per il lavoro svolto e per le attività che andranno a realizzare con i nostri giovani, coinvolge diversi Comuni dell'Alto Maceratese oltre ad Esanatoglia, comune capofila in quanto ha a disposizione uno dei pochi teatri rimasti agibili, anche grazie ai lavori finanziati con il sisma del '97. Non possiamo far altro che ringraziare chi ha permesso questa iniziativa, le varie Scuole coinvolte, la volontà dei vari Comuni di intraprendere un’azione sinergica a favore del territorio ed in particolare dei nostri bimbi e ragazzi, utilizzando l'arte Teatrale che racchiude in sé tutte le arti, figurativa, espressiva, musicale, ecc... Grazie quindi ai Sindaci per aver accettato questa sfida comune ed un grande in bocca al lupo ai Teatranti, al Ruvidoteatro ed a tutti i soggetti che a vario titolo porteranno a termine questo progetto - conclude il sindaco - siamo sicuri con grande soddisfazione di tutti noi e soprattutto dei nostri ragazzi."






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2018 alle 23:13 sul giornale del 16 gennaio 2018 - 439 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, esanatoglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQHl