Sparvoli al vetriolo: "Amministrazione Delpriori la peggiore dal dopo guerra"

18/01/2018 - Ho letto, con vera sorpresa, la folkloristica dichiarazione del Sindaco Delpriori sulla Minoranza, in particolare sul gruppo Nuovo Progetto Matelica.

Anche se, ormai avvezzi alle sue facili considerazioni, quasi semplicistiche, rassicuro il Sindaco, che il gruppo politico Nuovo Progetto Matelica non è, come da lui affermato "...una Minoranza che non c'è più e continua a perdere pezzi...", ma una Minoranza che consapevole di dover controllare una gestione amministrativa senza precedenti, arrogante, immobile e poco trasparente, si sta organizzando ad un controllo ancora più attento con soggetti che hanno maggior tempo da dedicare.

Facendo il punto della situazione di quasi quattro anni di questa amministrazione vediamo: nulla di costruttivo, ma bensì l' impoverimento di una città, prima invidiata da tutti oggi a dir poco derisa. Tanti esempi si potrebbero fare del "nulla" come: i 1000 posti di lavoro, che ancora stiamo aspettando, promessi in campagna elettorale; riduzione delle tasse, che invece vediamo aumentare; riduzione delle multe, che se non erro sono aumentate da 200.000 euro a quasi un milione di euro, come evince nella previsione di bilancio, lo stesso bilancio, che solo ad oggi è stato variato due volte, dimostrando quindi, una mancanza completa di programmazione; partecipazione solo promessa, lo dimostra il fatto che le commissioni consigliari non sono state riunite quasi mai; sostegno del commercio, la risposta l’ha data pochi giorni fa il Sindaco in sulla rivitalizzazione del centro storico, nella quale sostiene che il Comune non fa l 'imprenditore e quindi i commercianti si debbono arrangiare da soli.

Coesione della maggioranza: vista nel voto sulla compatibilità del Consigliere Canil tra Consigliere Comunale e presidente SS Matelica... non hanno pensato un attimo a sfiduciare Casoni nella sua proposta portandolo alle dimissioni da Presidente del Consiglio Comunale. Sulla sanità: una struttura ospedaliera ricordo di un personaggio come Mattei e quindi costata nulla alla collettività, oramai ai minimi termini anzi possiamo dire quasi chiusa; camera mortuaria bloccata per anni, tanto da costringere i parenti dei defunti ad andare a Cerreto D'Esi o di trovare soluzioni autonome.

Per non parlare della gestione della crisi sismica, argomento tanto attuale quanto delicato, ne esce un'unica risultanza: caos e vuoto assoluto. Mi fermo, ma solo per bontà, visto che l'elenco del "nulla" di questa amministrazione è infinito, con la scandalosa scelta della nuova scuola, che dopo i tanti proclami del Vice Sindaco su scuole che dovevano essere strutturate solo su un piano, pensiero disatteso subito nella realtà, visto che oggi questi luminari della politica prevedono di demolire il plesso scolastico di via Spontini, agibile, come tutte le altre scuole matelicesi, non certo progettate e realizzate da Delpriori e dalla sua Giunta, per ricostruire sullo stesso sito una nuova scuola su tre piani.

Speriamo che organi superiori blocchino tale iniziativa, altrimenti sarebbe uno scempio e uno sperpero del denaro pubblico, che si andrebbe a sommare alla cattiva, gestione, dei soldi delle rate dei mutui non pagati da ottobre del 2016 ad oggi andati in coda per via del terremoto.

Quindi caro Sindaco, invece di pensare per le Minoranze, pensa alla tua amministrazione, che rimarrà alla storia come la peggiore amministrazione del dopo guerra, provocando danni che solo anni di sana amministrazione, come d'altronde Matelica ha sempre avuto, potranno rimediare.


di Paolo Sparvoli
Consigliere comunale opposizione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2018 alle 22:59 sul giornale del 19 gennaio 2018 - 4194 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQPB