Escursioni sui Sibillini, Gatto: "Le ciaspole sono solo un mezzo, il fine è un altro"

19/01/2018 - Le ciaspole e le ciaspolate diventate tanto di moda e ora terreno di guerra per le Guide di vario genere di tutta Italia, sono in realtà solo un aiuto alla progressione, un aiuto anche temporaneo durante una escursione in montagna, un aiuto che deve e può essere utilizzato solo e se serve, anche per pochi metri, ma le ciaspole e le ciaspolata, non devono essere un fine e l'unico motivo per vivere le nostre montagne, i nostri Sibillini in Inverno, soprattutto ora che i nostri Sibillini hanno bisogno di rinascere dal terremoto.

In inverni che vanno incontro ai cambiamenti climatici sempre più forti, ci sarà per periodi sempre più lunghi, l'assenza della neve, assenza della neve per gli sciatori classici ma anche per chi vuole ciaspolare...

Per cui vorremmo, cari clienti che vi prenotaste per le escursioni/ciaspolate invernali, che lo faceste in primis con lo spirito di passare una giornata in montagna e in natura, che deve essere lo spirito principale con cui volete vivere, la natura, la montagna e la vita all'aria aperta in un ambiente naturale. Insomma, a conclusione di tutto questo voglio dirvi che la ciaspola è solo uno strumento, non un fine! Lo deve essere per noi Guide di tutti i tipi ma anche per chi si rivolge, come cliente a questi tipi di esperienze ed eventi in natura. Il fine deve essere quello di passare un giorno, qualche ora, all'aria aperta ammirando e scoprendo le bellezze naturalistiche dei Sibillini, delle nostre montagne e di tutte le Aree Naturalistiche della Nostra Regione Marche e Italia.


da Simone Gatto
Il Camoscio dei Sibillini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2018 alle 12:31 sul giornale del 20 gennaio 2018 - 852 letture

In questo articolo si parla di attualità, sibillini, ciaspolata, ciaspole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQQ5