Si restringe la zona rossa rossa in loc. Fiuminata di Ussita

Ussita 13/04/2018 - Si informa che è stato possibile restringere ulteriormente la zona rossa in loc. Fluminata di Ussita, grazie agli interventi di messa in sicurezza della viabilità pubblica lungo via Roma e Via Rosi ad essa attigua, effettuati per garantire l’incolumità pubblica, la mitigazione del rischio sismico e il ripristino dei servizi essenziali.

Il Commissario Straordinario, dott. Mauro Passerotti, ha dichiarato: “Ciò è stato possibile grazie ad un lavoro assiduo e complesso dell’Ufficio Tecnico Comunale, ben coordinato dal suo Responsabile, geom. Patrizia Ortenzi, con il supporto del personale tecnico a tempo determinato, assunto durante la gestione commissariale.”

A seguito del sisma, l’allora Sindaco del Comune di Ussita, ing. Marco Rinaldi, disponeva infatti, con l’Ordinanza n. 110 del 26.10.2016, l’istituzione della “zona rossa” su tutto il territorio comunale che però, sebbene successivamente ridotta grazie a nuovi provvedimenti di riperimetrazione, continuava ad includere anche il nucleo storico di Fluminata. La riapertura della viabilità interna al nucleo della località di fondo valle costituisce l’ulteriore traguardo che la gestione commissariale ha conseguito, cui seguiranno altre riduzioni di zone rosse, grazie all’attivazione dei numerosi cantieri di messa in sicurezza, in corso d’opera anche all’interno degli altri borghi di Ussita, puntando così a restituire gran parte del contesto urbano ai suoi abitanti e, nel contempo, a favorire i successivi interventi per la ricostruzione.

Nel caso particolare di località Fluminata, questa importante riapertura permetterà altresì di riallestire lo storico mercato estivo e consentirà di creare una via alternativa per collegare il nuovo insediamento SAE di Vallazza con la strada provinciale per Visso.

Per eliminare i gravi pericoli che minacciavano la viabilità sulla strada principale di Via Roma, così come per quella degli altri borghi di imminente apertura, l’Amministrazione ha affrontato un complesso iter procedurale iniziato di fatto solo a fine maggio 2017, quando le squadre dei Vigili del Fuoco hanno lasciato il territorio comunale, e portato avanti con il contributo delle risorse umane messe in campo dalla gestione commissariale. La complessità dell’iter è legata principalmente ai molteplici vincoli di tutela cui i borghi ussitani, compreso Fluminata, sono assoggettati, tra l’altro di natura paesaggistica, ambientale, storica e culturale.

Nonostante tale mole di lavoro, all’interno del nucleo storico di Fluminata, in meno di un anno, sono stati eseguiti n. 10 interventi di messa in sicurezza della viabilità pubblica tramite demolizioni, puntellamenti e/o opere provvisionali di edifici pericolanti, prospicenti Via Roma e Via Rosi, di cui: n. 4 eseguiti dalle squadre dei Vigili del Fuoco durante la gestione sindacale, e n. 6 eseguiti da imprese private - inserite all’interno dell’elenco degli operatori economici che ne hanno fatto apposita richiesta- durante la gestione commissariale.

Pertanto, come anticipato, con Ordinanza n. 91 del 30.03.2018, emanata dal Commissario Straordinario del Comune di Ussita, dott. Mauro Passerotti, con il completamento della demolizione di un immobile adibito a macelleria, gravemente danneggiato dagli eventi sismici, è stato possibile ridurre ulteriormente il perimetro della zona rossa in loc. Fluminata. Si rappresenta la costanza e continuità del lavoro gli addetti dell’ufficio tecnico comunale i quali il 10 aprile scorso, a seguito di una scossa sismica di magnitudo 4,6 sulla scala Richter, hanno effettuato un’ulteriore ricognizione lungo la via principale del borgo di Fluminata e grazie anche alla tempestiva risposta di una impresa, tra le tante coinvolte nella gestione dell’emergenza, è stato possibile eliminare il rischio residuo di caduta di coppi scivolati a seguito delle scosse susseguitesi nella mattinata, e in bilico sulla gronda di copertura di un edificio prospicente la via Roma.

Pertanto, malgrado lo sciame sismico che all’alba di martedì scorso, 10.04.2018, ha fatto ripiombare la popolazione nell’incertezza e nella paura, il Comune di Ussita, interessato tra l’altro da inevitabili ed ulteriori danneggiamenti agli immobili presenti sul territorio, è oggi già pronto a riaprire alla cittadinanza - e ai turisti che chiedono di poter ritornare presto nei loro luoghi di villeggiatura - il nucleo storico di Fluminata.

Il Commissario Straordinario, dott. Mauro Passerotti, ha sottolineato che “fino ad oggi sono stati posti in essere su tutto il territorio comunale n. 97 interventi, disposti con altrettante relative ordinanze commissariali di messa in sicurezza, di cui n. 35 risultano ultimati e rendicontati, n. 15 sono in corso d’opera ed i restanti in fase di progettazione. Procedendo con questo trend ci attendiamo a breve ulteriori traguardi con analoghi provvedimenti di riduzione della riperimetrazione della zona rossa anche nei borghi di Tempori, Sorbo e Sasso.”

(immagine di repertorio)





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2018 alle 16:09 sul giornale del 14 aprile 2018 - 678 letture

In questo articolo si parla di attualità, ussita, comune di ussita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTzF