Una domenica da infarto per il Matelica: dall'inferno al paradiso in tre minuti con il Campobasso

15/04/2018 - Mister Tiozzo a fine partita ha parlato del "momento più bello della storia del Matelica" ed in effetti quanto accaduto nel finale di gara contro il Campobasso può essere tranquillamente definito come tale.

I padroni di casa sono partiti con ottime intenzioni, soprattutto alla luce della sconfitta a L'Aquila di domenica scorsa. Al 32' però la doccia fredda dei molisani ha spento l'entusiasmo iniziale di pubblico e giocatori. Su un contropiede infatti Marzano entra in possesso della palla in area e calcia a botta sicura verso Demalija trovando il sorprendente vantaggio. I matelicesi provano a reagire, ma il centrocampo a 4 del Campobasso chiude ogni spiraglio ai trequartisti e mediani del Matelica.

Nella ripresa un paio di occasioni per lato, con Angelilli da una parte e Kargbo dall'altra che spesso si infilano tra le linee nemiche provocando scompiglio. Altre due grandi palle gol per gli ospiti intorno al quarto d'ora, con Balistreri che da buona posizione in area impegna l'ottimo Demalija e poi con Elefante che da 30 metri crossa e per poco non trova il gol del tracollo matelicese colpendo il palo. La partita si avvia verso la conclusione con il primato di classifica ormai sfumato per il Matelica a vantaggio del Pesaro, ma proprio quando tutto sembrava perduto, ecco che il cielo si squarcia e arrivano i due raggi di sole. Al 90' Kyeremateng viene messo giù in area da Del Duca e l'arbitro concede il rigore. Difensore espulso e D'Appolonia sul dischetto per l'1 a 1. Tre minuti dopo arrembaggio finale dei padroni di casa e gol della liberazione di Gabbianelli che da 20 metri infila Landi con un sinistro da urlo. 2 a 1, testa della classifica che torna come prima e triplice fischio.

A nulla è servito quindi il 3 a 0 della Vis Pesaro sul Fabriano Cerreto. La capolista rimane capolista con un punto di vantaggio e si gode la fantastica rimonta insieme ai suoi tifosi. Domenica prossima trasferta a Recanati per i ragazzi di Tiozzo, mentre viaggio in Abruzzo per i pesaresi che incontreranno il Francavilla.

MATELICA – CAMPOBASSO 2 - 1

MATELICA: Demalija; Brentan, Messina (30’ st Gilardi), Cuccato, De Gregorio (34’ st Riccio); Lo Sicco, Malagò; Angelilli (27’ st Gabbianelli), Tonelli (43’ st Kyeremateng), Oliveira (19’ st D’Appolonia); Magrassi. (A disp.: Kerezovic, Callegaro, Gerevini, Arapi) All. Tiozzo

CAMPOBASSO: Landi; Del Duca, Capozzi, Gomes, Bolzan; Del Prete (44’ st Ribeiro), Marzano, Danucci, Elefante; Kargbo, Balistreri. (A disp.: Riccio, Amabile, Fagnani, Esposito, Menna, Varsi, Strianese, Gerardi) All. Minadeo

Arbitro: Carrione di Castellammare

Ammoniti: 2’ st Messina, 28’ st De Gregorio, 38’ st D’Appolonia, 46’ st Kargbo. Espulso Del Duca al 45’ st e Danucci al 49’ st

Reti: 32’ Marzano, 45’ st D’Appolonia rig., 47’ st Gabbianelli

Classifica: Matelica 68, Vis Pesaro 67, Avezzano 55, L'Aquila 51, Vastese 50, Pineto 50, San Marino 48, Francavilla 47, Sangiustese 45, Castelfidardo 43, Recanatese 37, Campobasso 36, Agnonese 34, San Nicolò 34, Jesina 33, Monticelli 27, Fabriano Cerreto 19, Nerostellati 16.





Questo è un articolo pubblicato il 15-04-2018 alle 17:33 sul giornale del 16 aprile 2018 - 2546 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, serie d, Riccardo Antonelli, articolo, matelica - campobasso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTB7