Matelica: quasi 150mila euro per la messa in sicurezza e il restauro di Santa Teresa

10/07/2018 - La chiesa di Santa Teresa in Matelica è stata danneggiata a seguito degli eventi sismici iniziati nell’agosto del 2016 nel centro Italia, riportando un quadro lesivo sia sulle strutture portanti che sugli apparati decorativi in corrispondenza della navata centrale e cappelle laterali, sormontate da ampie volte in canne e gesso e cornicioni modanati.

Con atto n. 103 del 19/04/2018 è stato approvata la perizia di spesa riguardante le opere di messa in sicurezza della Chiesa di S. Teresa, necessarie per diminuire le vulnerabilità, sanare le ulteriori criticità e vulnerabilità rilevate nel bene monumentale onde permetterne la messa in sicurezza in attesa dei lavori di restauro definitivi; il progetto è stato redatto dall'Ing. Angelita Quaresima di Fabriano e prevede un importo complessivo pari a €. 146.229,02 finanziato dalla Regione Marche con i fondi destinati ai pronti interventi per le messa in sicurezza degli edifici danneggiati dalla crisi sismica del 2016 che possono costituire pericolo per l’incolumità pubblica.

Alla gara di appalto esperita dall’UTC hanno presentato l’offerta economica ben n. 55 ditte e tali lavori sono stati appaltati alla ditta Grimaldi Costruzioni srl di Matelica.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2018 alle 09:06 sul giornale del 11 luglio 2018 - 553 letture

In questo articolo si parla di attualità, matelica, comune di matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWq0