Giornalista del Tg2 presenta libro a San Severino

14/07/2018 - L’ultimo agghiacciante capitolo della saga di Peter McBride porterà a San Severino Marche lunedì prossimo (16 luglio) il giornalista e scrittore Stefano Tura, volto noto del Tg2 per le sue corrispondenze da Londra, autore del thriller “A regola d’arte”, edito da Piemme.

Tura presenterà il suo romanzo alla libreria Gulliver, in via Dante Alighieri, alle 21,30. Ad introdurlo sarà il direttore artistico dei Teatri di Sanseverino, Francesco Rapaccioni. Uomo, razza caucasica, età apparente quarant’anni, indossa un completo grigio perla firmato, sopra una camicia bianca di batista. È impiccato a una putrella sul soffitto. Ai suoi piedi un biglietto con su scritto: “Effetto Brexit. Suicidio di un broker”.

Quello appeso è un manichino, un’opera d’arte esposta in un museo londinese. Si apre così l’ultima fatica editoriale di Tura, di fronte a quella che è un'istallazione esposta in una galleria molto in voga della città di Londra, dove sfilano gli esponenti più celebri della comunità italiana nella capitale britannica. Diplomatici, imprenditori e aristocratici, sono lì presenti più per farsi vedere che per ammirare le opere. A pochi passi, in un angolo nascosto, circondato da un capannello di curiosi, giace immobile un corpo, la gola squarciata da una ferita netta, gli abiti imbrattati di sangue. Apparentemente la più verosimile delle opere d'arte, in realtà si tratta del cadavere di uno degli invitati. Nel corso di pochi istanti tutto cambia, il panico si diffonde e l'elegantissima folla si trasforma in un unico organismo impazzito che per uscire da quel macabro luogo è disposta a tutto. L'indagine, affidata al detective Riddle, non è semplice: la vittima è uno dei più facoltosi e stimati imprenditori italiani espatriati a Londra e le persone presenti alla serata, vicine a pezzi grossi della politica britannica, non amano che qualcuno si intrometta nelle loro vite. Saranno il detective McBride, ex ragazzo di strada poi riabilitato dalla polizia, e Alvaro Gerace, commissario bolognese, da anni sulle tracce di un serial killer, a collegare quella morte spettacolare a una serie di strane sparizioni di bambini che unisce Italia e Gran Bretagna.

Stefano Tura dal 2006 è corrispondente Rai dalle isole britanniche e alla professione giornalistica ha aggiunto di recente una significativa attività narrativa. Giallista per passione e con merito, nel 2016 ha pubblicato per Piemme “Il principio del male”: tanta azione, ottimi intrecci polizieschi, un po’ di brainstorming investigativo, ricostruzioni verosimili delle scene dei delitti e descrizioni impietose della condizione delle vittime.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2018 alle 19:02 sul giornale del 16 luglio 2018 - 319 letture

In questo articolo si parla di cultura, san severino marche, Comune di San Severino Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWBD