Vittoria da brividi e con una sola mano per il camerte Valentini nel campionato italiano di Moto Storiche

10/10/2018 - Impresa d’altri tempi, alla Nuvolari, per intenderci, anche se in questo caso siamo del mondo delle due ruote, per il sesto titolo italiano nel campionato di Moto Storiche dell’intramontabile centauro camerte.

Il traguardo, il “Vale” camerte, lo ha centrato domenica scorsa a Misano con un incredibile terzo posto, sufficiente per fregiarsi del tricolore, al termine di una emozionante corsa a tre per il titolo.

Ci si giocava tutto all’ultima gara con Perego, Valentini e Margelli racchiusi in due punti e, per vincere, ognuno doveva arrivare davanti all’altro. In gara, succedeva che ad un certo punto Perego si autoeliminava con una rovinosa caduta quando era davanti a Sauro Valentini. La gara veniva momentaneamente sospesa. Alla ripresa, con il rivale Margelli che ha alzato il ritmo come mai aveva fatto nelle gare precedenti e spinto dalla corsa al titolo, un inconveniente meccanico costringeva Valentini agli straordinari, per non dire “miracoli”. Infatti sulla Honda CBR 600 del ’92 di Valentini nel finale hanno iniziato ad allentarsi vistosamente i bulloni della pompa dei freni, con il pilota costretto a tenerlo e stringerli con la mano sinistra e contemporaneamente a guidare solo con l’altra mano e senza l’uso della frizione, il tutto quando sul rettilineo e curvone si viaggiava a circa 200 km/h. A 4 giri dal termine uno dei bulloni saltava via e ne restava soltanto uno da riavvitare.

Alla fine Valentini, pilota del Moto Club Camerino, malgrado ciò, riusciva a resistere agli attacchi di Margelli ed a precederlo, vincendo così il tricolore per un punto sullo stesso pilota. “E’ stata un’esperienza mai provata in 45 anni di gare – commenta Valentini – comunque ce l’ho fatta ugualmente e sono riuscito a vincere il titolo. Questa è stata una delle gare più sofferte e sicuramente la per questo la più bella. Se mi passava perdevo il titolo. Perché dover sopperire al guasto a certe velocità non è semplice e non so quanti altri piloti avrebbero fatto la stessa cosa, con il rischio di cadere. Una vittoria da brividi.”

Il fatto di essere anche meccanico, aiutando spesso anche i colleghi ai box, quindi di sapere come intervenire addirittura in gara, malgrado i rischi, ha aiutato Sauro valentini, che però ci ha messo tanto coraggio e grinta, spinto dalla conquista dell’ennesimo titolo nazionale.

Per il centauro camerte va in archivio un’altra stagione ricca di successi nel campionato italiano di velocità moto storiche, dove ha conquistato in tutto 6 titoli nazionali, di cui 3 nella 600 Sport con la Honda, quindi 1 nell’Endurance con una Suzuki 1000 e 2 nel TT Classe 1000 sempre con una Suzuki. Nella lunghissima carriera di Sauro Valentini vanno aggiunti anche altri 4 titoli nazionali di velocità in Salita, per un totale di 10 campionati italiani vinti, a cui c’è da aggiungere lo storico titolo Europeo di velocità in Salita nel 1980 che lo portò alla ribalta nazionale. Inoltre, in bacheca Valentini può vantare diversi trofei come quelli, Sukuzi, Ktm e Honda conquistati nei vari monomarca nazionali.

In questa stagione nel campionato SuperSport 600, il camerte su 5 gare in calendario è finito sempre sul podio, con tre vittorie, esattamente sui circuiti di Varano de Melegari (PR), Franciacorta (BS), e Adria (RO), e due terzi posti: a Vallelunga (Roma) e in chiusura al Marco Simoncelli di Misano Adriatico (RN). Malgrado la non più verde età, il 63enne pilota camerte, sembra destinato a regalare ai suoi fan altre soddisfazioni. “Ho intenzioni di continuare a correre ancora a lungo – aggiunge Valentini – e di vincere. Fino a quando ne avrò le possibilità e le forze, continuerò a divertirmi ed a prendermi altre soddisfazioni. Logicamente, per disputare questi campionati e ad ottimi livelli, vorrei ringraziare chi mi sostiene, come Cagnini Costruzioni, Bardahl lubrificanti, Gailli Arredamenti-negozi Chiusi, Progeco Muccia, Ital Signe Camerino, Eurolegno Perugia, Ideativi Roma e il Moto Club Camerino”.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it






Questo è un articolo pubblicato il 10-10-2018 alle 18:08 sul giornale del 12 ottobre 2018 - 3077 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZgn





logoEV