Calcio: Una grande Anconitana sbanca anche Loreto e fa pokerissimo

21/10/2018 - Cinque vittorie nelle prime 5 giornate: non perde un colpo la squadra di Francesco Nocera, sempre più capolista solitaria. I numeri non mentono: sono 15 i gol segnati, in media tre a gara.

Tre ne ha fatti anche a un Loreto sceso in campo con le motivazioni di Emanuele Pesaresi e di un plotone di ex dorici. Ma alla fine ha avuto la meglio la superiorità di un’Anconitana che appare inarrestabile. Subito un brivido all’inizio, con Lori che con un grande intervento neutralizza un tiro ravvicinato di Pigliacampo. Poi però al 21’ i biancorossi sono già in vantaggio: Jachetta sfrutta un errore di Mandorino per servire Piergallini che con un preciso destro mette in pallone all’angolino. Subito dopo Zaldua e lo stesso Piergallini falliscono clamorosamente l’occasione del raddoppio, con il portiere Palmieri che si dimostra molto bravo. Al 27’ il Loreto reclama un rigore per un tocco col braccio di Njayou sul tiro di Degano, ma l’arbitro lascia correre. Al 33’ Mandorino serve Zaldua, il cui destro si spegne sul fondo.

SQUADRA IN CRESCITA - Se nelle precedenti partite l’Anconitana aveva evidenziato un calo nei secondi tempi, stavolta si è verificato l’esatto contrario. Nella ripresa Mastronunzio e compagni hanno messo all’angolo il Loreto: all’8’ traversa di Zaldua di testa sul corner di Jachetta, che due minuti dopo viene atterrato da Alessandrini e si guadagna un rigore. Dal dischetto si presenta Mastronunzio che, però, viene ipnotizzato da Palmieri. Poco male: sul successivo corner, lo stesso capitano svetta di testa, sulla sponda di Zaldua, e firma il raddoppio (al 12’), terzo centro in campionato, il 92° nella sua carriera in biancorosso. Al 93’ arriverà anche il 3-0 con l’autografo di Zagaglia (classe 2000) che finalizza un rapido scambio fra Colombaretti e Mastronunzio.

I COMMENTI - A fine gara, non nasconde la propria soddisfazione Francesco Nocera. «Abbiamo interpretato alla grande questa partita - commenta il tecnico biancorosso -. Non era facile, è stata molto intensa sul piano agonistico. Siamo stati bravi a sbloccare subito, poi nella ripresa siamo cresciuti ancora. Ho sistemato qualcosa sul piano tattico, con Jachetta che si è adattato bene a fare la mezz’ala e non c’è stata più partita. Faccio i complimenti ai miei ragazzi, sono stati bravissimi». Accetta la sconfitta Emanuele Pesaresi, che è stato allontanato dalla panchina dopo 40 minuti per proteste. «Abbiamo provato a fermare l’Anconitana, ma non era questa la partita in cui dovevamo raccogliere punti - spiega l’ex biancorosso, oggi alla guida del Loreto -. Abbiamo avuto un’occasione subito per segnare, ma Lori ha fatto un miracolo. Abbiamo preso il gol su una ripartenza e lì ci siamo spenti, anche se nella ripresa potevamo fare molto di più». Per l’Anconitana, prossimo appuntamento domenica al Del Conero contro il Villa San Martino, a caccia della sesta vittoria consecutiva.





Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2018 alle 17:18 sul giornale del 22 ottobre 2018 - 269 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZCJ