Sicurezza stradale, interrogazione del consigliere Giancarli alla giunta sullo stato di attuazione della legge regionale 4 del 2014

Enzo Giancarli 22/01/2019 - Osservatorio regionale sulla sicurezza stradale, il consigliere regionale, Enzo Giancarli, in un'interrogazione depositata lo scorso 10 gennaio, chiede alla Giunta quando verrà insediato ed inizierà la sua attività l'organismo, istituito 5 anni fa, e lo stato di attuazione dei Programmi annuali per le politiche di sicurezza stradale.

«L'Osservatorio – spiega Giancarli – è stato istituito con la legge regionale n. 4 del 2014 “Interventi a favore della sicurezza stradale”, che lo prevede all'articolo 6 che afferma che deve essere “costituito secondo criteri e modalità stabiliti dalla Giunta regionale”, ma ancora non è operativo. Allo stesso modo, non si conoscono obiettivi ed esiti dei Programmi annuali per le politiche di sicurezza stradale, introdotti dalla stessa legge».

Già nel settembre del 2015 l'Assemblea legislativa ha designato quattro esperti in materie attinenti la sicurezza stradale quali componenti dell'Osservatorio, mentre la Regione Marche, nel contesto del Piano nazionale per la Sicurezza Stradale, ha avviato la realizzazione del Centro regionale di Sicurezza Stradale, in collaborazione con il dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Ambientale dell'Università La Sapienza di Roma. Nonostante questo, però, attualmente l'Osservatorio non si è insediato né è operativo. L'articolo 3 dello stesso dispositivo regionale, inoltre, prevede che la Regione adotti annualmente il Programma per le politiche di sicurezza stradale, in coerenza con le direttive del Piano nazionale della Sicurezza Stradale, definendo il quadro conoscitivo e l’analisi del fabbisogno del settore, le priorità e gli obiettivi da perseguire, i criteri e le modalità di finanziamento delle iniziative, il riparto delle risorse da riservare alla Regione, da assegnare ai Comuni e ad altri soggetti pubblici e privati che operano nel campo della sicurezza e dell’educazione stradale. Tale programma deve essere approvato dalla Giunta regionale, previo parere della competente commissione assembleare, entro il 31 marzo di ogni anno. Anche rispetto a questo, il consigliere Giancarli chiede alla Giunta nella sua interrogazione, di fare il punto.

«La sicurezza stradale non è un tema secondario per la nostra regione, visto che essa si trova in posizione geografica centrale sul versante adriatico della dorsale Nord-Sud dell'Italia, è interessata da flussi stradali, commerciali e turistici extra regionali che accrescono il rischio di incidenti – afferma Giancarli –, i quali oltre ai danni fisici, morali e materiali per le persone coinvolte, comportano anche dei costi economici e sociali rilevanti. Mantenere un sistema di infrastrutture stradali efficienti e sicure – prosegue il consigliere – oltre a rispondere a dei principi di civiltà e rispetto della vita umana nonché a quelli di buona amministrazione della cosa pubblica, significa anche evitare pesanti costi per la collettività dai servizi di emergenza a quelli sanitari, dagli interventi di ripristino del patrimonio pubblico. In questo quadro va accelerato l'insediamento dell'Osservatorio garantendo in tempi rapidi la sua piena operatività. Per questo – aggiunge ancora Giancarli – chiedo alla Giunta di sapere con quale atto sono stati definiti i criteri di funzionamento dell'Osservatorio ed entro quanto tempo esso si insedierà ed anche se siano stati approvati ed attuati i Programmi annuali per le politiche di sicurezza stradale, previsti dall'articolo 3 della legge regionale e se siano stati analizzati i risultati di tali Programmi per valutare l'incidenza delle iniziative intraprese. Infine – conclude Giancarli – è necessario conoscere in che modo viene attuato il coordinamento fra l'attuazione della legge regionale ed il Piano nazionale della Sicurezza Stradale».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2019 alle 12:55 sul giornale del 23 gennaio 2019 - 372 letture

In questo articolo si parla di enzo giancarli, politica, partito democratico marche, pd marche, Gruppo Consiliare PD Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3v1