Bilancio di previsione a Matelica, le riflessioni di Ciccardini

Matelica, piazza 22/03/2019 - Propongo poche e brevi riflessioni sul bilancio di previsione 2019-21, che si approverà venerdì sera, limitando l’attenzione solo su alcuni aspetti di minore impatto in termini di entrate e uscite.

- I “compensi per indennità di posizione e di risultato al personale incaricato delle posizioni di organizzazione” passano da € 88.861,00 a € 98.000,00, più 9.159,00. Il “fondo incentivante produttività e miglioramento qualità dei servizi” passa da € 58.690,00 a € 31.447,00, meno € 27.242,00. Con questa doppia manovra, sicuramente migliorabile, si vanno ad aumentare i già elevati extra compensi riconosciuti ai pochi responsabili dei settori, mentre si riduce il fondo finalizzato, anche se non sempre con successo, a offrire una migliore qualità dei servizi ai cittadini grazie al coinvolgimento di tutti i dipendenti comunali. Va indicato, per correttezza, che sono previste altre indennità da erogare a vario titolo nei diversi ambiti, che ammontano a circa € 53.000,00.

- Aumentano le “spese per indennità di carica degli amministratori” da € 63.710,58 a € 70.000,00.

- Ci sono entrate per “rimborso da altri enti per personale comandato” € 65.000,00. Ci si duole della mancanza di personale, si fanno nuove assunzioni, mentre dei dipendenti prestano servizio, per alcune ore settimanali, presso altri Comuni; mi sembra una contraddizione.

- Forte l’incremento dei “compensi e spese varie a professionisti - atti legali, consulenze amm.” da € 38.603.60 a € 115.000,00; sicuramente in Consiglio saranno indicate le ragioni.

- Nella gestione della farmacia comunale trovo difficile raffrontare l’incremento dei proventi da vendita per prodotti e servizi sanitari circa € 24.000,00 con la previsione di minori spese per acquisti dei prodotti di cui sopra circa € 110.00,00, forse mi è sfuggito il valore delle rimanenze o altra specifica indicazione.

- Per i servizi a domanda individuale pesante è il saldo negativo previsto in due comparti. Asilo Nido: entrate € 106.683,61, spese € 221.840,56, percentuale di copertura il 48,09%; Mense scolastiche: € 235.000,00, spese € 390.248,25, percentuale copertura € 60,22%, servizio che dovrebbe essere erogato quasi alla pari, salvo eventuali facilitazioni.

Due notazioni a chiusura: a fatica si riconoscono gli effetti positivi della sospensione dei mutui; di difficile lettura sono le previsioni di cassa per singolo capitolo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2019 alle 13:11 sul giornale del 23 marzo 2019 - 2682 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5DF