Algeria: il capo dell'esercito ha chiesto la destituzione del presidente Bouteflika

Abdelaziz Bouteflika 1' di lettura 26/03/2019 - Il capo dell'esercito algerino, Ahmed Gaed Salah, ha chiesto la destituzione del presidente Abdelaziz Bouteflika, oggetto da mesi di grandi manifestazioni di protesta in tutto il paese.

Parlando martedì in tv, Salah ha detto che bisogna trovare immediatamente una via di uscita dalla crisi rimanendo nel quadro costituzionale e ha chiesto l'applicazione di un articolo della costituzione algerina che prevede che un presidente venga rimosso dall'incarico in caso di "impedimento fisico all’esercizio delle funzioni".

L'82enne Bouteflika governa il paese dal 1999: negli ultimi anni non si è quasi mai fatto vedere in pubblico dopo essere rimasto semi-paralizzato in seguito ad un ictus nel 2013. Enormi proteste erano iniziate in tutto il paese quando Bouteflika aveva presentato la sua candidatura per un quinto mandato alle prossime elezioni presidenziali.

Il presidente algerino aveva poi ritirato la sua candidatura ma aveva anche rinviato a data da destinarsi le elezioni, originariamente fissate per il 18 aprile.

L'annuncio di Salah, che è anche vice ministro della Difesa, è significativo perchè sembra indicare un cambiamento della posizione dell'esercito algerino, che aveva finora sostenuto il presidente.






Questo è un articolo pubblicato il 26-03-2019 alle 18:37 sul giornale del 27 marzo 2019 - 428 letture

In questo articolo si parla di attualità, algeria, marco vitaloni, articolo, Abdelaziz Bouteflika

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5Nm





logoEV