Ambiente: Alugame fa tappa a Caldarola

2' di lettura 19/04/2019 - Con 800 lattine di alluminio si costruisce una bicicletta completa di accessori, con 130 un monopattino, con 37 una caffettiera, con 3 un paio di occhiali. In Italia si producono ogni anno più di un miliardo di lattine: una sull’altra coprirebbero quasi la distanza tra la terra e la luna.

La raccolta differenziata, il riciclo e recupero dell’alluminio apportano numerosi benefici alla collettività in termini di:

Economia, il riciclo dell’alluminio è un’attività particolarmente importante per l’economia del nostro Paese, storicamente carente di materie prime.

Energia, il riciclo dell’alluminio permette di risparmiare il 95% dell’energia necessaria a produrlo dalla materia prima.

Materia, il riciclo degli imballaggi in alluminio permette di recuperare materia prima preziosa, utilizzabile per la realizzazione di nuovi prodotti.

Ambiente, il riciclo dell’alluminio permette di salvaguardare l’ambiente e le sue importanti risorse naturali.

Il Consorzio Nazionale CIAL si occupa, da circa vent’anni, di garantire il recupero e l’avvio al riciclo degli imballaggi in alluminio post-consumo provenienti dalla raccolta differenziata organizzata dai Comuni italiani. Come trasmettere nozioni così importanti ai nostri futuri cittadini? Attraverso ALUGAME!

Il progetto, che sta coinvolgendo le Scuole Secondarie di I grado della regione Marche. ALUGAME prevede una didattica interattiva e coinvolgente condotta dal relatore Alvin Crescini e una fase successiva di verifica, attraverso il quiz multi-risposta. Un connubio vincente che vede gli studenti coinvolti in una sana competizione e soprattutto attenti durante la lezione non frontale. Lunedì protagonisti del format gli studenti di Caldarola dell’Istituto Comprensivo “De Magistris”. Le classi sono state coinvolte in un appuntamento ricco di entusiasmo ma anche di attenzione e di voglia di imparare.

“Attività molto valida - ha esordito il prof. Paolo Tiberi - Il relatore ha spiegato in maniera semplice e diretta i meccanismi della raccolta differenziata concentrandosi soprattutto sul recupero dell’alluminio. Sarebbe opportuno fare questo tipo di iniziative più spesso”.

Concorde anche la professoressa Carini Maria Vittoria che ha definito ALUGAME interessante, piacevole e soprattutto innovativo. Per la prima edizione CIAL ha individuato le Marche come destinataria del progetto, coinvolgendo nel progetto i bacini territoriali serviti, per la gestione dei rifiuti, da alcune società che con i Comuni, e con CIAL, lavorano da tempo per il raggiungimento degli obiettivi europei di riciclo.








Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2019 alle 12:03 sul giornale del 20 aprile 2019 - 255 letture

In questo articolo si parla di attualità, caldarola, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6GP





logoEV